Brexit, nonostante il caos, la sterlina vola

Brexit, nonostante il caos, la sterlina vola
Inside Over
13 Marzo Mar 2019 13 marzo 2019

Nonostante il caos nel parlamento britannico, la moneta nazionale è ai massimi da due settimane contro il dollaro. I mercati sono sollevato dall'esclusione di un "no deal"

Il caos a Westminster dovuto al nuovo voto sulla mozione per la Brexit non colpisce in negativo la sterlina, che anzi, continua a volare. La moneta britannica è ai massimi da due settimane contro il dollaro, con un valore di 1,33 dal 28 febbraio: il miglior risultato del 2019. Una cosa simile era già avvenuta a gennaio dopo un'altra bocciatura del parlamento.

L'impressione è che il voto della Camera dei Comuni abbia per certi versi sollevato i mercati, preoccupati soprattutto dall'ipotesi di un'uscita senza accordo. La mozione bipartisan di Westminster ha di fatto escluso il no deal che è lo scenario che le borse e i mercati hanno sempre visto con orrore. Escluso formalmente questo scenario, il parlamento britannico ha dato una boccata d'ossigeno a tutti i listini.

Negli ultimi giorni, la sterlina ha avuto un andamento volatile. Lunedì era cresciuta quando Theresa May era andata a Strasburgo per incontrare il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker. La moneta è poi crollata ieri dopo la notizia che il procuratore generale, Jeoffrey Cox, continua a dare un parere molto negativo sul backstop.

Tags

Commenti

Commenta anche tu