15 marzo: la Giornata Mondiale del Sonno

15 marzo: la Giornata Mondiale del Sonno
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
14 Marzo Mar 2019 8 giorni fa

Oggi si festeggia una giornata davvero interessante: quella dedicata al riposo e al sonno, da sempre celebrata il venerdì della seconda settimana di marzo

La Giornata mondiale del sonno si festeggia oggi: un evento dedicato al riposo istituito dalla World Association of Sleep Medicine (WASM). La celebrazione è stata creata per puntare l'attenzione sui benefici che un buon sonno salutare può garantire, ma anche per porre in evidenza le problematiche che scaturiscono dell'assenza dello stesso. L'evento rimarca la necessità di promuovere una maggiore informazione, quindi le strategie per prevenire le difficoltà a prendere sonno e le relative cure, una condizione che tocca dal vivo moltissime persone in tutto il mondo. Per tradizione, la ricorrenza si tiene sempre il venerdì prima dell'equinozio di primavera, per questo la data cambia quasi sempre oscillando tra il 14 e il 19 di marzo. La prima in assoluto, invece, si è tenuta nel 2008.

Un evento davvero importante, visto che il sonno ricopre un terzo della nostra esistenza e che la sua assenza e le problematiche legate ad essa investano il 45% della popolazione mondiale. Assecondare le necessità del corpo e della mente è fondamentale per ricaricare le pile esistenziali, per scaricare tensioni e accantonare gli ostacoli del quotidiano. Perché il sonno giunga in modo positivo, è bene favorirne il cammino evitando una serie di errori comuni, ma accogliendo rimedi e soluzioni utili per un riposo ristoratore.

La stanza deve risultare accogliente, confortevole, con tessuti e supporti morbidi e utili per il benessere del corpo. Anche i colori possono aiutare: le tonalità verde salvia, blu chiaro, celeste polvere sono l'ideale per incentivare il relax, da utilizzare sia per le pareti che per gli accessori e il tessilo, mescolando con sfumature pastello leggere e riposanti. Un buon panorama alla finestra può agevolare, come un cielo stellato da sbirciare dal lucernario, ma se ciò non è possibile magari si può appendere un quadro con immagini riposanti, disponendo anche qualche pianta per un angolino verde. Un po' di musica rilassante porterà al riposo mentale e muscolare, ma l'importante è spegnere tutto ciò che distrae come TV, cellulare, computer e tablet, così da immergersi in una meritata pausa. Infine, per non appesantire il corpo, è importante non eccedere con cibo e alcolic,i rispettando una routine legata all'orario per andare a dormire, magari con il supporto di una tisana rilassante.

Tags

Commenti

Commenta anche tu