Le uova non sono uguali: ecco come riconoscere quelle fresche

Le uova non sono uguali: ecco come riconoscere quelle fresche
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
14 Marzo Mar 2019 10 giorni fa

Grazie al codice stampato sul guscio si possono distinguere i vari tipi di uova

Vi siete mai chiesti a cosa serva il codice stampato sul guscio delle uova? Quei numerini hanno un significato importante e, se letti nel modo giusto, possono indicare se un uovo è fresco o meno.

Il numero all'inizio del codice, infatti, indentifica la tipologia di allevamento: se ne possono distinguere 4 tipi, che danno origine ad altrettante varietà di uova, come spiega un video de La Stampa.

Il codice "3" indica un allevamento a gabbia, cioè intensivo, dove gli animali sono sottoposti a un'alimentazione spinta e non controllata, così da far produrre loro sempre più uova, di notte e di giorno, in capannoni sovraffollati. Il numero "2", invece, indica l'allevamento a terra, ma cambia poco, rispetto al primo tipo: anche in questo caso lo stabilimento è intensivo, solo che gli animali, invece di stare nelle gabbie, stanno a terra. Le caratteristiche sono le stesse: nessun controllo dell'alimentazione degli animali e produzione di uova giorno e notte, sempre con la luce accesa. L'allevamento indicato dal numero "1" invece è quello all'aperto, che però può essere inteso anche come una grande gabbia, all'aperto, sovrappopolata e dove gli allevatori non controllano l'alimentazione degli animali.

Infine, il codice "0" è indice di un allevamento estensivo, dove viene posta attenzione all'ambiente, in cui ogni gallina deve avere a disposizione un certo numero di metri minimo, e all'alimentazione dell'animale, che è biologica. Le uova degli allevamenti estensivi sono fresche e possono essere conservate fino a 28 giorni dopo l'acquisto.

Dopo il primo numero, che indica la tipologia d'allevamento, viene indicata la nazione, quindi se sul guscio c'è scitto IT significa che l'uovo è prodotto in Italia. A seguire, 3 numeri indicano il Comune di produzione e poi il codice della Provincia, mentre gli ultimi tre caratteri corrispondono all'allevamento.

Anche le uova, quindi, non sono tutte uguali, e ognuna ha il prorpio codice che la distingue dalle altre.

Tags

Commenti

Commenta anche tu