I soldi dei parlamentari? Adesso vanno restituiti su un conto di Di Maio

I soldi dei parlamentari? Adesso vanno restituiti su un conto di Di Maio
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
15 Marzo Mar 2019 7 giorni fa

Scontro acceso nel Movimento Cinque Stelle. Questa volta la lite interna si apre sul fronte delle restituzioni. Cambia l'iban e arrivano le polemiche interne

Scontro acceso nel Movimento Cinque Stelle. Questa volta la lite interna si apre sul fronte delle restituzioni. Finora i soldi che i parlamentari restituivano una parte della loro busta paga da parlamentari in un conto corrente per le Pmi oppure per gli alluvionati e i terremotati. Adesso però, come riporta ilMessaggero, cambia tutto. E di fatto questi soldi, come predisposto da una circolare di Rousseau adesso i soldi dovranno essere restituiti in un nuovo conto corrente con un Iban intestato a Luigi Di Maio, vicepremier e capo politico del Movimento, a Francesco D'Uva, capogruppo M5s alla Camera e a Stefano Patuanelli, capogruppo grillino a palazzo Madama.

E qualcuno comincia a mormorare sul cambio di rotta repentino: "Di fronte alla protesta, Luigi si era impegnato a rivedere insieme a noi il meccanismo - racconta un parlamentare grillino al Messaggero - ma la mail è l'ennesima prova che siamo stati scavalcati". In questo quadro va sottolineato che lo stesso Di Maio è contestaulamente socio fondatore del Movimento e tesoriere. Bisogna capire adesso dove finiranno questi soldi. Forse ci sarà un voto su Rousseau per decidere a chi destinarli? Intanto qualche parlamentare sospetta che dietro questo sistema possano esserci donazioni che arrivano dall'alto con una scelta fin troppo "accurata" dei destinatari: "Se l' obiettivo è questo smettiamola con la storia delle restituzioni ai cittadini, e chiamiamole con il loro vero nome: spese per la propaganda di partito". Insomma i grillini rischiano di implodere per le tensioni interne. Basate sui soldi...

Tags

Commenti

Commenta anche tu