Nuova Zelanda, il folle video degli attentatori Il viaggio in auto, poi gli spari

Nuova Zelanda, il folle video degli attentatori Il viaggio in auto, poi gli spari
Inside Over
15 Marzo Mar 2019 15 marzo 2019

L'attacco in Nuova Zelanda contro due moschee è stato "documentato" dai terroristi sui social. Una diretta social del piano della morte

L'attacco in Nuova Zelanda contro due moschee è stato "documentato" dai terroristi sui social. Una diretta durante l'assalto che è stata pubblicata su Facebook ha raccontato minuto per minuto l'orrore. Nelle immagini si vede un'auto piena di armi con a bordo il commando che si dirige verso le due moschee di Christchurch. I terroristi fermano il mezzo proprio a pochi passi dall'ingresso di una delle due moschee. Dopo aver aperto il bagagliaio prendono le armi e si diriggono verso il cortile della mosceha. Iniziano immediatamente a fare fuoco. Nel delirio assassino dei 4 componenti del commando (3 uomini e una donna, secondo quanto ricostruito dalla polizia) c'è un lucido piano di morte.

Nelle immagini choc del video vengono mostrati i caricatori delle armi con sopra alcune scritte contro gli immigrati e i musulmani. In uno dei caricatori c'è anche una dedica a Luca Traini, il ragazzo che a Macerata qualche tempo fa ha aperto il fuoco contro gli immigrati. Nel video emerge con chiarezza la lucidità dei terroristi che non si sono fatti scrupoli nel portare avanti il piano di morte anche sui social. Le autorità hanno chiesto ai social di rimuovere le immagini dal web e di fatto da una portavoce di Facebook è arrivata una risposta in questo senso: "La polizia della Nuova Zelanda ci aveva allertato relativamente al video su Facebook poco dopo l'inizio dello streaming live e noi abbiamo velocemente rimosso sia il video e sia gli account Facebook e Instagram dell'attentatore". Video però rimosso troppo tardi.

Tags

Commenti

Commenta anche tu