Formula 1, lo sfogo di Vettel: "La Ferrari deve essere migliore di così"

Formula 1, lo sfogo di Vettel: La Ferrari deve essere migliore di così
Inside Over
16 Marzo Mar 2019 16 marzo 2019

Sette decimi tra Hamilton e Vettel hanno ridimensionato le aspettative del campione Ferrari, che non si aspettava un distacco così netto. Leclerc, pur con una sua piccola sbavatura, conferma la lontananza di Maranello dalla vetta

È un Vettel sorpreso quello nelle interviste post qualifica: sette decimi da Hamilton sono un distacco importante, soprattutto inaspettato.

Che i test invernali a Barcellona avessero pronosticato un quadro un po' troppo roseo, con le vetture di Maranello abbondantemente davanti a tutti, era nell’aria.

Le dichiarazioni del quattro volte campione del mondo, entusiasta della sua nuova Lina, avevano acceso un po' in tutti i tifosi Ferrari grandi speranze: persino in lui stesso.

Melbourne ha riequilibrato le forze in gioco, iniziando dalle prove libere fino alle qualifiche: la Mercedes si è dimostrata ancora una volta la squadra da battere, con una monoposto che tra le PL3 e le qualifiche è migliorata di quasi mezzo secondo.

Un salto netto che ha preso alla sprovvista Vettel: “Sicuramente c'è ancora del lavoro da fare, ma sono convinto che abbiamo una grande macchina: dovremmo essere migliori di così, quindi non vedo l’ora che arrivi domani”.

Secondo Vettel, la Mercedes sembra più efficace nelle curve a bassa e media velocità: “Non penso che i rettilinei siano un problema, perché siamo abbastanza competitivi. Perdiamo semplicemente nelle curve, in maniera abbastanza uniforme nelle sedici presenti. Non ho però ancora il bilanciamento che mi piacerebbe avere in quelle a bassa velocità.”

Lo stesso Hamilton ha così commentato questa sesta pole position consecutiva a Melbourne: “Abbiamo fatto un notevole balzo nelle performance da Barcellona a qua. Non mi aspettavo però questa differenza di prestazioni tra noi e tutti gli altri: non potevamo iniziare meglio”.

Nelle passate due edizioni del Gran Premio d’Australia, le Frecce d’Argento si dimostrarono più veloci in qualifica salvo poi arretrare in gara, e il campione tedesco spera che la storia si ripeta. Il passo gara dimostrato venerdì dalla Mercedes è sembrato comunque ottimo contrariamente agli anni precedenti.

A confermare la lontananza dalla vetta della Ferrari, il quinto posto di Charles Leclerc: la prima qualifica in rosso per il pilota monegasco non è stata perfetta, per sua stessa ammissione.

“Ho sbagliato, colpa mia. Felice per la Q1 e Q2, qualche sbavatura in Q3: la top-3 era possibile”, ha dichiarato il sostituto di Raikkonen, che ha dimostrato comunque la sua bravura, visto il carico e la pressione.

Anche il team principal di Maranello, Mattia Binotto ha ammesso come questo piazzamento non sia quello che ci si aspettava alla vigilia: Melbourne da sempre non è la pista ideale per la Ferrari, ora si tratta di capire come poter migliorare in vista della gara.

Tags

Commenti

Commenta anche tu