Il governatore No Vax ha la varicella Sui social scoppia la bufera su Fedriga

Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
16 Marzo Mar 2019 8 giorni fa

Il leghista, in ospedale dopo essere stato contagiato, respinge le accuse: «Io sono favorevole alle vaccinazioni, ma non amo le imposizioni»

Fabrizio Boschi

È la legge del contrappasso. A 38 ani ha contratto la varicella ed è stato ricoverato all'ospedale di Udine. La beffa è che il governatore del Friuli-Venezia Giulia, il leghista Massimiliano Fedriga (nel tondo), sembra si fosse schierato contro l'obbligo vaccinale, che aveva definito «un diktat». Da capogruppo della Lega alla Camera, quando era in discussione il decreto Lorenzin sull'obbligatorietà dei vaccini, si era detto contrario al provvedimento ritenendo che questo non fosse il percorso più corretto per convincere le famiglie «no vax» a sottoporsi alla profilassi. Preso di mira sui social dalla schiera dei soliti hater, Fedriga risponde per le rime: «Non è vero che sono un no vax, ho fatto vaccinare i miei figli».

Il virologo Roberto Burioni, paladino dell'obbligo vaccinale, usa la notizia della convalescenza di Fedriga per lanciare un nuovo appello a vaccinarsi tutti contro la varicella: «Se non siete certissimi di avere avuto la varicella da bambini, vi consiglio di vaccinarvi. Non per proteggere gli altri, ma perché la varicella è una malattia molto contagiosa e prenderla da adulti è davvero qualcosa di molto, molto, molto spiacevole». Il presidente friulano si sfoga su Facebook: «Questa setta di invasati che seguono Burioni non hanno nemmeno letto le mie interviste dove dico che sono a favore dei vaccini e per raggiungere il risultato è necessaria un'alleanza con le famiglie, non l'imposizione. Hanno perfino detto che avrei preso la varicella dai miei figli, non sapendo nemmeno che i miei figli sono vaccinati, come ho dichiarato in più interviste. Purtroppo questa gentaglia che si spaccia come difensore della scienza sono una setta di invasati che augura il male alle persone». Burioni non manca però di rivolgere a Fedriga gli auguri di pronta guarigione: «Carissimo presidente, sono contento che lei abbia vaccinato i suoi figli. Lei, come molti adulti, non si è vaccinato: se si fosse vaccinato però in questo momento sarebbe in perfetta salute».

Commenti

Commenta anche tu