Napoli, ambulanza blocca il traffico. Furia del centauro: ​insulti e minacce al 118

Napoli, ambulanza blocca il traffico. Furia del centauro: ​insulti e minacce al 118
Inside Over
16 Marzo Mar 2019 16 marzo 2019

Nel corso di un intervento al Corso Umberto a Napoli, i sanitari del 118 sono stati insultati e minacciati da un centauro infastidito per essere rimasto bloccato nel traffico. L’autista dell’ambulanza è stato costretto a rinchiudersi nel mezzo

Arrabbiato per non poter passare col proprio scooter a causa di un’ambulanza che occupava la sede stradale per un intervento di soccorso, un uomo ha inveito e minacciato pesantemente un operatore che è stato costretto a rinchiudersi all’interno del mezzo. Il nuovo episodio di violenza ai danni dei sanitari del 118 si è verificato nel pomeriggio di ieri lungo la centralissima Corso Umberto a Napoli.

Come raccontato da “Nessuno tocchi Ippocrate", l’associazione che denuncia che denuncia le aggressioni subite dai medici nel corso del loro lavoro, il personale dell’ambulanza della postazione “Ascalesi” stava caricando il paziente nel mezzo posizionato temporaneamente in mezzo alla corsia stradale.

Ciò ha inevitabilmente rallentato ancor di più il già congestionato traffico di Napoli. La situazione di emergenza, però, non è stata gradita da tutti. Un motociclista, spazientito, ha suonato ripetutamente il clacson e contemporaneamente ha apostrofato con insulti il personale del 118.

Il clima in strada è ulteriormente peggiorato quando l’uomo, dopo essersi tolto il casco e aver messo lo scooter sul cavalletto, si è avvicinato in modo minaccioso all’autista-soccorritore strattonandolo e minacciandolo di morte.

Quest’ultimo è stato costretto a rinchiudersi dentro l’ambulanza mentre, dall’esterno, il centauro continuava nella sua condotta violenta. Solo il pronto intervento delle forze dell’ordine ha permesso di riportare la situazione sotto controllo.

Secondo l’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate", questo è 19esimo caso di violenze contro il personale del 118 dall'inizio dell'anno.

Tags

Commenti

Commenta anche tu