Aveva bandito il cibo italiano dopo la guerra: a 94 anni cede a una pizza

Aveva bandito il cibo italiano dopo la guerra: a 94 anni cede a una pizza
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
9 Aprile Apr 2019 13 giorni fa

Un’arzilla nonnina inglese per quasi tutta la sua vita aveva rifiutato ogni tipologia di cibo di provenienza italiana, per vendicare il marito imprigionato durante il Fascismo: ha però ceduto a una pizza

La tenace e frizzante Audrey Prudence, a 94 anni certificati, ha ceduto a un tabù che perdurava da troppe decadi, uno stop autoimposto nei confronti del cibo italiano: l'anziana ha degustato una pizza fatta in casa. A raccontarlo è la nipote 41enne Emma Coates, che si prende cura dell’anziana nonna insieme al resto della famiglia: il divieto era nato come conseguenza del trattamento ricevuto dal marito Jack durante il periodo della guerra, l’uomo si era arruolato con le forze britanniche ma era stato rapito in Nord Africa nel 1942. Per tre anni e mezzo aveva condotto un’esistenza da prigioniero, trascorrendo due anni in Germania e uno e mezzo in Italia.

Secondo i racconti del marito, i tedeschi si erano dimostrati mediamente educati, consentendogli di conservare i suoi gioielli e permettendogli razioni più sostanziose di cibo. Ma dopo il trasferimento in Italia le sue condizioni di salute erano peggiorate: l’uomo era stato privato dei suoi gioielli ed era stato costretto a lavorare duramente, nutrendosi ogni giorno con una sola una scodella di zuppa al sedano. Alla fine del conflitto Jack era ritornato a casa, ma la forte malnutrizione patita aveva causato diversi problemi di salute durati per tutta la vita, fino alla sua morte giunta a 89 anni.

Per protesta contro il trattamento riservato al marito, l'anziana aveva voluto eliminare dalla sua vita ogni prodotto alimentare italiano, cedendo ogni tanto a quelli di provenienza tedesca. Ma un ictus giunto all’inizio di quest'anno l’ha spinta lentamente verso una scelta meno limitante, fino a stilare una lista di piatti che avrebbe voluto assaggiare prima di morire. Dopo gli spaghetti alla bolognese, Audrey ha potuto assaggiare la pizza hawaiana con prosciutto e ananas: forse non propriamente tipica del made in Italy ma cucinata da una parente con amore. La donna ha gradito così tanto la pietanza che è già pronta per un nuovo assaggio, insieme al cibo indiano che vorrebbe degustare per il suo 95esimo compleanno. In attesa di giungere ai 100 anni e ricevere una lettera importante, quella della Regina Elisabetta II.

Tags

Commenti

Commenta anche tu