Regionali, Fratelli d'Italia punta (anche) la Campania?

Regionali, Fratelli d'Italia punta (anche) la Campania?
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
9 Aprile Apr 2019 10 giorni fa

Dopo i successi del centrodestra in Abruzzo e Basilicata si fa largo il nome del parlamentare Fdi Edmondo Cirielli. Ma lui si schermisce: "Prematuro parlarne e se si torna a votare per le politiche..."

Si dice che non ci sia due senza tre. Così, dopo i successi elettorali del centrodestra in Abruzzo e in Basilicata, Fratelli d’Italia potrebbe puntare a un’altra importante regione del Sud. Tra un anno, infatti, si voterà per la Regione Campania e la coalizione cerca un nome capace di unire le anime del centrodestra per tentare di soffiare il posto al governatore uscente Vincenzo De Luca.

Indiscrezioni e proposte, da mesi ormai, si susseguono. I nomi si accavallano da tempo ma le variabili rimangono e il gioco dei pesi e contrappesi politici passerà inevitabilmente attraverso gli appuntamenti elettorali delle prossime settimane, in primis quello delle elezioni europee di maggio.

Eppure, da qualche tempo inizia a prendere corpo l’ipotesi secondo cui Fratelli d’Italia, dopo quelle di Marsilio in Abruzzo e il sostegno fortissimo a Bardi in Basilicata, potrebbe mettere sul piatto una candidatura importante. Il nome che circola è quello di Edmondo Cirielli. Ufficiale dell’Arma dei Carabinieri, parlamentare di lungo corso, oggi questore alla Camera dei Deputati, Cirielli è stato anche presidente della Provincia di Salerno ed ha avuto un ruolo decisivo nell’ultimo successo elettorale del centrodestra, sostenendo la candidatura del generale Vito Bardi alla presidenza della Regione Basilicata.

Cirielli, però, si schermisce e reputa prematuro, al momento, ogni discorso: “Sicuramente sarebbe un onore correre per il centrodestra e poter governare la mia Regione – spiega il parlamentare Fdi -, tuttavia mi sembra prematuro parlare di candidature perché la situazione politica è così instabile e non sappiamo, tra un anno, quali saranno i partiti ancora in campo del centrodestra, quali saranno le alleanze e quali saranno i rapporti di forza”.

Ma non è tutto perché, per Edmondo Cirielli, oltre alle Europee c’è da prendere in considerazione l’idea che si potrebbe tornare alle urne per nuove elezioni politiche già dopo l’estate. “Inoltre è evidente – conclude - che le elezioni Europee saranno un nuovo quadro politico all’Italia e inoltre sono convinto che prima delle Regionali ci saranno le politiche che daranno un nuovo governo all’Italia certamente con una nuova maggioranza di centrodestra ma di sicuro con rapporti democratici assai diversi da oggi. Per cui credo bisognerà aspettare l’autunno per parlarne. Io, se servirà al territorio e a Fratelli d’Italia, sarò a disposizione”.

Tags

Commenti

Commenta anche tu