Il senatore Pillon: "Mi odiano? E io prego mezz'ora al giorno"

Il senatore Pillon: Mi odiano? E io prego mezz'ora al giorno
10 Aprile Apr 2019 10 aprile 2019

Il senatore leghista Simone Pillon, relatore del ddl sull'affido condiviso, si dice convinto che alla fine si troverà l'intesa col M5S e rivela:"Tutte le mattine mi ritaglio trenta minuti di preghiera. Lo consiglio a tutti"

"Tutte le mattine mi ritaglio trenta minuti di preghiera. Lo consiglio a tutti, la giornata parte meglio". Così il senatore leghista Simone Pillon affronta le sfide quotidiane e le critiche provenienti dal mondo Lgbt e del femminismo.

"Sono abituato agli attacchi", dice al Messaggero Pillon parlando del ddl sull'affido condiviso di cui è relatore."Ho sempre detto che il mio disegno di legge è un punto di partenza, fa parte del contratto ed è migliorabile. Lo ha detto anche Matteo Salvini a Como, dopo il congresso della famiglia a Verona, si parte dal testo del mio ddl", sottolinea il senatore che si dice convinto che un'intesa con il M5S si troverà. E spiega: "Dicono che io ce l'abbia con le donne: io voglio solo equilibrare il ruolo della mamma con quello del papà nel caso di dolorose separazioni. Spesso si tratta di automatismi, altre volte un po' meno: dunque è giusto intervenire". Domani, il tribunale di Perugia potrebbe decidere di condannarlo a due anni e mezzo per diffamazione aggravata e di comminargli una multa di 2 00mila euro per aver detto in un video che "quelli di Arcigay vanno nei licei e spiegano ai vostri figli che per fare l'amore bisogna essere o due maschi o due femmine e non si può fare diversamente evenite a provare da noi, nel nostro welcome group". "Ora rischio una condanna pesante - dice Pillon - ma spero davvero bene. Cos'altro posso fare?".

Tags

Commenti

Commenta anche tu