Mangiare 2-4 uova a settimana salva la vista

Mangiare 2-4 uova a settimana salva la vista
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
10 Aprile Apr 2019 13 giorni fa

Le uova sono una fonte preziosa di antiossidanti che preservano lo stato di salute della retina. Uno studio pubblicato sulla rivista Clinical Nutrition dimostra che mangiare da due a quattro uova a settimana riduce notevolmente il rischio di maculopatia

Mangiare uova è un’abitudine sana per contrastare la degenerazione della retina in età avanzata.

È ciò che dimostra una ricerca pubblicata sulla rivista Clinical Nutrition. Lo studio che è alla base di questa ricerca, mostra che un consumo regolare di uova è associato a considerevole riduzione del rischio di maculopatia.

Questa degenerazione colpisce la retina. È grave perché può rendere ipovedenti e completamente cieche le persone. I soggetti maggiormente esposti a questo problema sono gli over 60. Mangiare da 2 a 4 uova a settimana riduce questo rischio del 49% rispetto a chi fa un consumo sporadico di uova.

La ricerca ha coinvolto circa 3654 individui over-49 anni, sia maschi che femmine. il loro stato di salute è stato accuratamente monitorato per un periodo di 15 anni. Nel corso degli anni, oltre 2000 partecipanti hanno ricevuto una diagnosi di degenerazione maculare senile. Tutti i partecipanti hanno compilato questionari alimentari per stabilire la frequenza e quantità di consumo delle uova.

I ricercatori hanno subito riscontrato che un consumo di 2-4 uova a settimana dimezza il rischio di ammalarsi rispetto a un consumo di meno di un uovo ogni 7 giorni. Ciò riguarda anche chi soffre già di maculopatia. Mangiare 2-4 o 5-6 uova/settimana si associa a un rischio ridotto del 54% e del 65% rispettivamente di progressione della malattia in fase avanzata.

Le uova sono una fonte naturale di due antiossidanti fondamentali per la salute retinica, luteina e zeaxantina. Esse inoltre forniscono proteine complete in grande quantità, e di alta qualità. Sono una riserva preziosa di tutti gli amminoacidi essenziali e le vitamine vitali che l’organismo non è in grado di produrre naturalmente come la vitamina A, la riboflavina, l’acido folico, la vitamina B6 e B12, la colina, il ferro, il calcio, il fosforo e il potassio.

Tags

Commenti

Commenta anche tu