Primavera: stomaco sotto attacco da virus e crampi

Primavera: stomaco sotto attacco da virus e crampi
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
10 Aprile Apr 2019 13 giorni fa

Un virus sta colpendo oltre 200 mila persone a settimana: si tratta di infezioni gastrointestinali che durano pochi giorni

La primavera è la stagione in cui le giornate si allungano, sbocciano i fiori e accadono altri cambiamenti positivi; ma purtroppo i malanni di stagione e i virus sono in agguato e a soffrirne maggiormente è il nostro organismo. Proprio in questi giorni, infatti, oltre 200 mila persone a settimana vengono colpite da virus e crampi.

Il virus in questione è conosciuto come enterovirus, come spiegato dal virologo dell'Università di Milano Fabrizio Pregliasco: "Sta circolando molto l' enterovirus, colpisce a tutte le età e spesso tutta la famiglia". I sintomi manifestati da chi ne viene colpito sono crampi allo stomaco, vomito, disturbi intestinali e microinfiammazioni.

Come spiegato ancora da Pregliasco all'ADNKRONOS, questo virus sta colpendo 200 mila persone a settimana, adulti e bambini, e i sintomi gastrointestinali possono durare circa 4 giorni. Con l'arrivo della bella stagione aumentano anche le gite fuori porta e di conseguenza i rischi di infezioni, come sottolineato da Antonio Gasbarrini, direttore dell'area di Medicina interna, gastroenterologia e oncologia medica del Policlinico Gemelli di Roma: "Si mangia più spesso fuori - dichiara Gasbarrini - e aumenta il rischio di piccole tossinfezioni alimentari. Una combinazione di fattori che rende la primavera una stagione difficile per il nostro secondo cervello il cui stato di salute rischia di incidere anche sul tono dell'umore".

Gasbarrini, poi, detta semplici regole per difendere il nostro intestino che riguardano anche il rispetto degli orari dei pasti e consiglia anche, nel caso di pranzi o cene al ristorante, di evitare il pane. Si può tranquillamente ordinare un piatto di insalata o legumi che sono ricchi di fibre: "Oltretutto - consiglia Gasbarrini - quando li nutriamo in modo corretto, il batteri fanno scattare l' effetto secondo pasto: se assumiamo fibre e nutriamo bene il microbiota intestinale, cioè i nostri batteri, in quello successivo arriverà al nostro organismo l' indicazione di assorbire meno calorie".

Infine, Gasbarrini dice di evitare gli alcolici o, quantomeno, non superare il bicchiere al giorno per l'uomo e la metà della quantità per la donna. Sempre meglio bere tanta acqua e, come affermato dal virologo Pregliasco, usare al bisogno gli antidiarroici. Dunque, come si può intuire, in tutto questo gioca un ruolo fondamentale una sana alimentazione, soprattutto per evitare disturbi all'intestino nei periodi in cui vi è il passaggio da una stagione all'altra, come sta accadendo in questi giorni.

Tags

Commenti

Commenta anche tu