Roma, giornalista derubata e aggredita in un campo rom

Roma, giornalista derubata e aggredita in un campo rom
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
13 Aprile Apr 2019 11 giorni fa

La giornalista Chiara Carbone si era recata all'interno del campo rom "La Barbuta" per riuscire ad intervistare i capi del clan ma, proprio mentre era dentro, è stata afferrata da un rom che l'ha derubata della borsa e minacciata

La giornalista Mediaset Chiara Carbone è stata aggredita dentro il campo rom "La Barbuta" di Roma, uno dei più pericolosi mentre stava provando ad intervistare i capi del clan che lo abitano. Voleva fare un servizio per Quarta Repubblica, il programma di Nicola Porro in onda su Rete4.

La reporter si era addentrata dentro il campo per chiedere ai nomadi cosa ne pensassero dell'assegnazione delle case popolari in Casal Bruciato e Torre Maura. Non appena la Carbone ha messo piede dentro il campo rom, però, è stata raggiunta da un abitante che l'ha minacciata con un coltello e si è fatto dare lo zainetto che la donna aveva con sé per poter svolgere il suo lavoro.

La reporter è quindi andata immediatamente a denunciare quanto avvenuto e dieci pattuglie della polizia hanno circondato "La Barbuta" riuscendo a scovare Cristofer Udorovick, un 22enne che ha riconsegnato quanto tolto e ora è stato denunciato per rapina aggravata.

Sulle colonne de Il Messaggero è inoltre possibile leggere che il campo rom "La Barbuta" di Roma è uno dei più pericolosi in assoluto. La sua storia è tristemente nota perché i suoi ospiti sono stati spesso accusati di aver bruciato rifiuti tossici su commissione, di rapina e spaccio di droga tra cui eroina e cocaina.

Tags

Commenti

Commenta anche tu