Salvini attacca la Raggi: "In città degrado". E lei: "Pensi alla sicurezza"

Salvini attacca la Raggi: In città degrado. E lei: Pensi alla sicurezza
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
13 Aprile Apr 2019 8 giorni fa

Continuano i litigi tra Matteo Salvini e Virginia Raggi. Il ministro: "Pensavo che i 5 Stelle avrebbero fatto di più"; la risposta della sindaca: "Parla di tutto in tutte le TV ma mi sembra che non passi mai ai fatti"

Ancora un botta e risposta a distanza tra Matteo Salvini e Virginia Raggi, scontratisi nuovamente in occasione della Formula E. Il ministro dell'Interno ha speso parole positive nei confronti dell'evento: "Un giorno, ogni tanto, Roma è in modo positivo al centro dell'interesse del mondo. Spero lo sia tutti i giorni". Già, perché nella capitale il vicepremier ha detto che si confronta quotidianamente con il degrado. E confessa che era stato lui stesso a "invitare a votare la Raggi", ma dai 5S si sarebbe aspettato di più.

La risposta della Raggi

Già nei giorni scorsi tra le due parti c'era stato un diverbio riguardo la possibile guida leghista del Campidoglio; sul medesimo tema è tornato a parlare il leader del Carroccio: "Quando si andrà a votare, e quando non lo decido io, la Lega ci sarà. Spiace che qualcuno lo prenda come un attacco personale, io sarei la persona più felice al mondo se a Roma funzionasse tutto, ma così non è, chi la governa dovrebbe domandarsi perché. Non è colpa né di Salvini né della Lega se i romani si lamentano".

Non si è fatta attendere la risposta del sindaco pentastellato, che ha consigliato a Salvini di occuparsi di sicurezza: "Visti i fatti di cronaca di questi giorni mi sembra di poter dire che non manchi il da farsi. A ognuno il suo lavoro. Parla di tutto in tutte le TV ma mi sembra che non passi mai ai fatti". E non manca l'ironia: "Fa piacere che sia passato dal chiedere 'vagoni della metro senza terroni' a riconoscere che grazie a noi si guarda finalmente al futuro. Il ragazzo sta crescendo".

Tags

Commenti

Commenta anche tu