Dado dopo l'aggressione: "30 giorni di prognosi, aspetto si pronunci la procura"

Dado dopo l'aggressione: 30 giorni di prognosi, aspetto si pronunci la procura
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
16 Aprile Apr 2019 3 giorni fa

Dado, aggredito dall'ex fidanzato della figlia che gli ha rotto il naso, ha reso noto il referto dei medici e annunciato che si batterà contro il bullismo

La vicenda drammatica vissuta dal comico Dado, al secolo Gabriele Pellegrini, ha messo ancora una volta in evidenza il problema del bullismo e l’artista di Zelig è tornato sui social per dirsi pronto a mettere la faccia in questa battaglia.

Aggredito dall’ex fidanzato della figlia 17enne, descritto come il classico bullo del liceo che ha sfidato il padre della ragazzina tanto da sferrargli un pugno in pieno volto costringendo Dado a correre al pronto soccorso, il comico ha pubblicato un nuovo post su Instagram in cui rende noto il referto dei medici. “30 giorni di prognosi...aspetto fiducioso che si pronunci la procura a riguardo – ha scritto Pellegrini - . Fino ad allora vi terrò informati sperando di condannare non solo a parole gli atti di bullismo. Ho deciso di metterci la faccia con tutto il naso rotto!!!”.

La vicenda si è svolta a Roma, proprio sotto casa del comico, che è intervenuto durante l’ennesimo litigio tra la figlia e l’ex fidanzato. Il giovane, nei confronti del quale Dado aveva più volte preso provvedimenti tramite la scuola, gli avvocati e la polizia, non si è fermato e ha sfidato un ultima volta il padre della ex fidanzatina. Al comico, però, è andata male e, oltre ad aver rischiato di essere investito, si è preso un pugno in faccia che l’ha mandato direttamente in ospedale.

Commenti

Commenta anche tu