Milan, il Giudice Sportivo grazia Kessié e Bakayoko. La Procura apre un'inchiesta?

Milan, il Giudice Sportivo grazia Kessié e Bakayoko. La Procura apre un'inchiesta?
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
16 Aprile Apr 2019 3 giorni fa

Il Giudice Sportivo ha deciso di non avvalersi della prova tv nei confronti di Kessié e Bakayoko che si erano resi protagonisti dello sfottò ad Acerbi al termine di Milan-Lazio

Il Giudice Sportivo ha preso le sue decisioni in merito all'avvelenato post partita Milan-Lazio. Nessuna squalifica per Franck Kessié e per Tiemouè Bakayoko per aver esibito la maglia di Francesco Acerbi sotto la curva rossonera: è questo ciò che riporta l'Ansa. Il Giudice sportivo ha sì deciso di non utilizzare la prova tv nei confronti dei due giocatori del Milan ma ha anche passato la palla alla Procura Federale che potrebbe anche decidere di aprire un'inchiesta su quell'episodio che non è affatto piaciuto ai giocatori della Lazio ed alla società biancoceleste.

Chi si aspettava la mano pesante anche sulla rissa avvenuta al triplice fischio di Rocchi, però, è rimasto deluso dato che il Giudice Sportivo ha deciso di non squalificare nessuno ma ha comminato un'ammenda di 10.000 ai sei protagonisti della baruffa finale: i laziali Lucas Leiva, Patric e Luiz Felipe da un lato, Kessiè, Musacchio e Bertolacci dall'altro lato. Il centrocampista brasiliano era stato accusato di aver insultato un membro, disabile, dell'ufficio stampa rossonero anche se dai suoi canali social si era difeso rispedendo le accuse al mittente. Ora si attende di sapere se la Procura Federale andrà a fondo nei confronti di Kessiè e Bakayoko che per ora hanno evitato la squalifica.

Tags

Commenti

Commenta anche tu