Ora Monza ha la sua questura E arrivano altri 50 poliziotti

Ora Monza ha la sua questura E arrivano altri 50 poliziotti
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
16 Aprile Apr 2019 5 giorni fa

Inaugurati ieri l'edificio che vigilerà sulla Brianza e le nuove sedi di carabinieri e guardia di finanza

L'occasione è solenne: alla presenza del neo prefetto di Monza Patrizia Palmisani (è in carica da tre settimane), del sindaco Dario Allevi, del presidente della Provincia Roberto Invernizzi e del vice presidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala, monsignor Silvano Provasi ha appena impartito la sua benedizione. Con le forbici in mano c'è il vice premier e ministro dell'Interno, senatore Matteo Salvini, accanto a lui il capo della polizia, prefetto Franco Gabrielli, appena arrivati da Roma. Il taglio del nastro, alle 9,15 davanti all'ingresso principale della ex caserma «IV novembre» di via Montevecchia - un cubo di cemento proprio alle spalle dell'edificio della Provincia - segna ufficialmente l'apertura della prima questura e della sezione della Polstrada di Monza e Brianza. Ai vertici ci sarà il neo questore Michele Sinigaglia, già capo di gabinetto poi vicario alla questura di Milano e che dal 2017, per oltre un anno, in qualità di consigliere ministeriale aggiunto, ha lavorato insieme alla prima dirigente Maria José Falcicchia alla costituzione della nuova questura di Monza che adesso si occuperà di dirigere. L'organico previsto è di un totale di oltre 200 uomini di ogni ordine e grado. Per ora ce ne sono 150, molti dei quali si sono fatti trasferire da Milano approfittando così per essere più vicini a casa, altri stanno arrivando e altri ancora sperano di essere assegnati in un futuro vicino.

Dal punto di vista del personale, quindi, i lavori sono più che mai «in corso» in via Montevecchia. La Squadra mobile infatti ancora non esiste e verrà creata sulla scorta della già esistente squadra investigativa del «vecchio» commissariato guidato da Davide Re (ora promosso questore di Sondrio), quindi sarà la volta della Digos, dell'Ufficio immigrazione che si occuperà di espulsioni, accompagnamenti alla frontiera senza dover più appoggiarsi a Milano e ancora della polizia amministrativa e dell'Ufficio di gabinetto.

L'arrivo della nuova questura a Monza, come annunciato da Sinigaglia, comporterà anche nuove strategie di controllo del territorio, un adeguamento dal punto di vista organizzativo con una sempre maggiore collaborazione con le altre forze di polizia per rispondere a una «crescente domanda di sicurezza proveniente dalla città e dalla provincia».

Alla fine delle assegnazioni del personale la questura di Monza diventerà un organismo concreto e pulsante e a quel punto completamente sganciato da Milano, a cui faranno capo 55 comuni tra Monza e Brianza e 900mila abitanti comprese alcune località in provincia di Lecco, Como e a sud di Milano.

Oltre al «cubo» di via Montevecchia, Salvini ha inaugurato, insieme al comandante generale dell'Arma dei carabinieri Giovanni Nistri, anche gli edifici del comando provinciale della Benemerita di Monza e Brianza in via Volturno 25 e, con il comandante generale della Guardia di finanza Giorgio Toschi, quello del comando provinciale delle Fiamme Gialle di via Manzoni 7.

Commenti

Commenta anche tu