Il Trono di Spade, Sophie Turner rivela: "Ho pensato al suicidio"

Il Trono di Spade, Sophie Turner rivela: Ho pensato al suicidio
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
17 Aprile Apr 2019 4 giorni fa

L’attrice, interprete di Sansa Stark nella serie tv, ha confessato che “Game of Thrones” le ha causato ansia, depressione e pesanti istinti suicidi

Sophie Turner, l’attrice che interpreta Sansa Stark nella serie tv “Il Trono di Spade”, ha confessato che il suo personaggio le ha causato in passato istinti suicidi. Lo ha rivelato al dottor Phil McGraw nel corso del podcast “Phil in the Blanks”.

Ciò che temevo di più – racconta l’attrice – erano le critiche sui social network e i commenti negativi su di me, sul mio corpo e sul mio personaggio... La popolarità che mi ha dato Il Trono di Spade ha avuto un prezzo enorme”. Si tratta di un fenomeno che i ricercatori hanno definito SMS, ovvero “Social Media Sensitivity”: la tecnologia digitale e le interazioni sui social hanno trasformato il nostro modo di comunicare, rendendolo più aggressivo a causa della mancanza di un contatto diretto.

Il Trono di Spade, Sophie Turner: "Ho pensato al suicidio"

Classe 1996, figlia di un’insegnante e di un impiegato di Northampton, Sophie Turner ha debuttato nello show HBO giovanissima: quando iniziarono le riprese della prima stagione, nell’agosto del 2010, aveva appena 14 anni ed era al suo esordio in una serie tv. “Mi sono sentita spesso impacciata, troppo grassa e soprattutto una pessima attrice”, ha spiegato. “Alla fine – aggiunge – questi sentimenti di insicurezza mi hanno portato alla depressione con cui combatto ancora oggi”.

In passato, Turner aveva spiegato al magazine ‘Rolling Stone’ di soffrire di ansia e depressione per colpa del suo personaggio e di esserne uscita grazie alla psicoterapia e ai farmaci. Condividendo sulla propria pelle il destino di Lady Sansa, era entrata troppo nella parte al punto da assorbirne traumi ed emozioni che l’avevano scossa nel profondo.

Non credo riuscirei mai a farmi del male”, ha ammesso al dottor McGraw. “Ora mi amo – conclude – più di prima almeno, e adesso che Game of Thrones sta per finire voglio solo dedicarmi alla mia salute mentale”.

Tags

Commenti

Commenta anche tu