"Il reddito? Solo 40 euro" E l'Inps presa d'assalto perde la pazienza su Fb

Il reddito? Solo 40 euro E l'Inps presa d'assalto perde la pazienza su Fb
Inside Over
18 Aprile Apr 2019 18 aprile 2019

La pagina dell'Inps presa d'assalto da chi ha chiesto il reddito di cittadinanza. E chi la gestisce perde la pazienza: "Non trova il pin perché è impegnata a fare le foto con le orecchie da coniglio?"

Doveva essere un post di servizio, per aiutare i cittadini ad ottenere le informazioni corrette sul reddito di cittadinanza. Si è rivelato un boomerang, che ha portato chi gestisce la pagina Facebook dell'Inps a perdere la pazienza e rispondere duramente agli utenti che si lamentavano per le procedure e gli importi erogati.

"Chi ha ricevuto sms e/o mail da Inps con accettazione della sua domanda può verificare l'importo negli esiti della sezione Reddito di Cittadinanza dei servizi online Inps accedendo con PIN dispositivo o Spid da questo link", ha scritto ieri mattina la pagina Inps per la Famiglia. E il post è stato subissato dai commenti: in 24 ore ne sono arrivati oltre 7mila. La maggior parte dei quali di utenti che chiedevano delucidazioni sugli importi. "Buongiorno come mai mi danno solo 40 euro?", chiede un cittadino chiedendo spiegazioni, "Sono.disoccupato da un anno prendo la Naspi di 500 euro, ho un isee di 3500 euro". Un altro aggiunge: "Mi scusi, 60 euro? È uno scherzo?". E ancora: "Vergogna: 40 euro. Che schifo, dove sta l'aiuto?".

A tutti l'Inps risponde in modo "istituzionale": "La cifra spettante per Reddito di Cittadinanza o Pensione di Cittadinanza viene elaborata dall'Inps al netto delle prestazioni già spettanti e in applicazione della normativa del RdC votata in Parlamento e illustrata sul sito del Ministero del Lavoro", scrive. Ma all'ennesima lamentela, chi gestisce la pagina ha dato in escandescenze. Prima aggiungendo un polemico "Scusate??" prima di ripetere la manfrina. Poi iniziando a minacciare chi rispondeva agli utenti di cancellare i commenti: "CORTESEMENTE NON RISPONDETE AL POSTO NOSTRO E NON COMMENTATE NEI COMMENTI DI ALTRI UTENTI", si legge in alcune risposte con il maiuscolo che - nell'etichetta del web - equivale a urlare.

Infine le risposte diventano sempre più taglienti e rasentano lo sfottò. "Chiedete ai rappresentanti politici che fanno le leggi non a Inps che è chiamata ad applicarle", sbotta l'Inps a chi chiede delucidazioni sui requisiti. Poi se la prendono contro un'utente particolarmente insistente che - a suo dire - non riesce a chiedere il pin per verificare lo stato della sua domanda: "Candy Candy Forza Napoli Perché invece di ripetere le stesse cose non va sul sito inps e richiede il PIN che ci vogliono 5 minuti!!??", chiedono dall'Inps. "Non so farlo, lo avrei già fatto". E la replica fa ridere tutti: "Candy Candy Forza Napoli Basta richiederlo a Poste o a Inps. Oppure è troppo impegnata a farsi i selfie con le orecchie da coniglio?".

Tags

Commenti

Commenta anche tu