I consigli per una grigliata perfetta

I consigli per una grigliata perfetta
Inside Over
19 Aprile Apr 2019 19 aprile 2019

Durante queste feste pasquali regnerà sovrana la grigliata di carne, tanto amata dagli italiani. Ecco i nostri utili consigli per una grigliata perfetta e in salute

Non ci può essere Pasqua o Pasquetta senza una grigliata di carne gustosa e indimenticabile.

La maggior parte degli italiani trascorrerà la Pasquetta 2019 in compagnia degli amici e la famiglia, organizzando una gita fuori porta in cui regnerà sovrana la grigliata di carne.

Per fare una grigliata eccellente bisogna stare attenti a non commettere errori che potrebbero rovinarla o renderla poco piacevole. Ecco i nostri consigli per una grigliata perfetta:

1) Prestare attenzione alla carbonella: l’80% delle grigliate tra amici predilige l’utilizzo della carbonella. Per una grigliata perfetta evitiamo di accendere la carbonella utilizzando la diavolina o qualche liquido infiammabile che possono disturbare il sapore della nostra bistecca. Preferire se è possibile l’utilizzo della legna tradizionale e poi aggiungere la carbonella. Solo quando i bricchetti di carbone saranno ricoperti da uno strato di cenere bianca si può procedere alla cottura;

2) Ungere la carne prima della cottura: cospargere dell’olio d’oliva sulla carne pronta per il barbecue con un pennello da cucina. Esso rallenta la formazione di bruciature sulla sua superficie. Permette di distribuire equamente il calore e i condimenti;

3) Distribuire bene la brace: distribuite la brace in maniera uniforme per tutta la superficie di cottura. Il rischio è ritrovarsi con alcuni cibi bruciati e altri cibi crudi;

4) Evitate di girare continuamente la carne: evitate di controllare continuamente la cottura girando la carne salvo alcune eccezioni, ossia quando si ha a che fare con cosce e alette di pollo, carrè di agnello. Bistecche, braciole, filetti o tranci di pesce, spiedini, verdura e frutta sulla griglia vanno girati una sola volta a metà cottura;

5) Al bando il forchettone: il noto forchettone con manico lungo di legno con le due-tre punte tende a bucare la carne. Ciò equivale a farne uscire l’acqua e i succhi che essa sprigiona. Significa far perdere gusto e tenerezza ai vostri piatti;

6) Si al sale grosso: prediligete il sale grosso al sale fino. Conferirà maggior sapore al vostro barbecue;

7) Occhio alla cottura: ogni tipologia di carne richiede un tempo di cottura diverso. Le carni rosse necessitano di temperature elevate. Le carni spesse e grasse, come la pancetta o le costine di maiale, andranno sottoposte ad un calore moderato. Solo così si elimina il grasso in eccesso e si conferisce alla carne una cottura uniforme. Lo stesso vale per pollame e frattaglie. Vanno cotte su una graticola ben calda.

Tags

Commenti

Commenta anche tu