Brasile, Bolsonaro annuncia una nuova legge sulla legittima difesa

Brasile, Bolsonaro annuncia una nuova legge sulla legittima difesa
Inside Over
20 Aprile Apr 2019 20 aprile 2019

La nuova legge brasiliana sulla legittima difesa si ispira, a detta di Bolsonaro, direttamente a quella da poco approvata in Italia

Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha in questi giorni annunciato una nuova legge sulla legittima difesa, mirante a rafforzare il “diritto delle persone perbene” di respingere gli assalti alle loro abitazioni da parte dei malviventi.

Dopo avere varato norme meno restrittive riguardo all’acquisto di armi da parte dei privati cittadini, il leader conservatore ha di recente espresso la volontà di ampliare la protezione legale nei confronti di coloro che cercano di difendersi da rapine e aggressioni. Le nuove regole ventilate da Bolsonaro durante un’intervista al quotidiano O Estado de S. Paulo, renderanno immuni da conseguenze penali i Brasiliani che spareranno a chi proverà a intrufolarsi nelle loro abitazioni o nei loro esercizi commerciali.

In base alla legge delineata dal politico nazionalista, chi, per respingere un tentativo di rapina, sarà costretto ad aprire il fuoco contro un malvivente non sarà infatti più processato per tentato omicidio od omicidio colposo. Una volta entrata in vigore, la riforma della legittima difesa, inoltre, esenterà i soggetti che avranno sparato a un ladro dall’obbligo di indennizzare i familiari di quest’ultimo.

Il presidente del gigante sudamericano ha presentato con queste parole gli effetti positivi che la sua riforma produrrà sul piano della sicurezza dei cittadini: “Grazie alla nuova legge sulla legittima difesa, i delinquenti ci penseranno due volte prima di violare le proprietà dei Brasiliani perbene.” Egli ha quindi rivendicato il diritto dei singoli di usare le armi contro rapinatori e aggressori: “Difendersi con qualsiasi mezzo da un attentato alla propria vita o ai propri beni è un diritto naturale. Se poi un ladro, durante un tentativo di rapina, resta crivellato di colpi, è un problema suo. Non esiste la libertà di rubare.”

Egli, sempre nell’intervista in questione, ha quindi affermato che il ministro della Difesa, Fernando Azevedo e Silva, dovrebbe a breve terminare la stesura della riforma e che il parlamento federale dovrebbe approvarla prima dell’estate. La conversazione di Bolsonaro con i cronisti di O Estado de S. Paulo è terminata con l’elogio della nuova legge sulla legittima difesa da poco approvata in Italia, indicata dal leader verde-oro come modello per quella da lui propugnata: “Il governo italiano ha appena varato una normativa che ha riaffermato la sacralità della proprietà privata. Grazie alle regole che introdurrò in Brasile, modellate proprio su quelle in vigore in Italia, anche nel nostro Paese riacquisterà forza tale valore. ”

Tags

Commenti

Commenta anche tu