Brexit, Farage a sorpresa: il suo partito è primo nei sondaggi

Brexit, Farage a sorpresa: il suo partito è primo nei sondaggi
Inside Over
20 Aprile Apr 2019 29 giorni fa

Il partito di Nigel Farage, alla prima rilevazione, ha fatto registrare il 27%. La spinta pro Brexit non si è ancora esaurita

Attenzione a dare per morta la spinta pro Brexit, quella che ha consentito a Nigel Farage di divenire un protagonista della politica britannica nell'ultimo decennio e che ha costretto l'Unione europea e il Regno Unito a gestire trattative molto difficoltose. La situazione politica dopo l'appuntamento del 23 giugno del 2016 - come sappiamo - non ha mai smesso di essere complessa, ma le rilevazioni statistiche, le prime in ordine di tempo dopo la nascita della nuova creatura del leader sovranista londinese, raccontano una storia diversa: la formazione politica che Nigel Farage ha fondato dopo la fine dell'Ukip fa registrare, ora come ora, il 27% dei consensi totali.

Il piazzamento è la naturale conseguenza: primo posto sul podio sondaggistico. Vuol dire che, nel difficile caso in cui venisse predisposto un secondo appuntamento referendario, la partita sarebbe tutto fuorché chiusa. Per non parlare delle possibili e spesso sbandierate elezioni politiche, che vedrebbero gli euroscettici recitare ruoli di ordine non secondario.

Gli analisti, questa volta, non dovrebbero sottostimare la causa populista. A raccontare di come Nigel Farage e il suo Brexit Party possano stupire elettoralmente è stato pure il quotidiano Linkiesta. La narrativa di certi media, specie quelli progressisti, sembra caldeggiare un assunto preciso: in Gran Bretagna si sarebbero pentiti della scelta fatta quasi tre anni fa. Quel 27%, però, testimonia ben altro. L'Ukip, dopo la fuoriuscita dall'Unione europea, sembrava aver esaurito il suo compito. Una volta realizzato il punto centrale del programma, l'unico, quel partito si è dissolto tra una serie di scandali e la progressiva scomparsa dalle preferenze dei brittanici.

Il fatto che i giochi per la Brexit non siano ancora chiusi, però, potrebbe contribuire a rendere chiaro come la pensano gli elettori Uk. Politicamente parlando, sono cambiate molte facce da quel giugno del 2016. Farage pareva aver già detto tutto, ma le statistiche dicono che è ancora lì.

Tags

Commenti

Commenta anche tu