"Schiaffo a mio figlio". Ed è bufera su Calenda

Schiaffo a mio figlio. Ed è bufera su Calenda
Inside Over
20 Aprile Apr 2019 20 aprile 2019

Calenda scherza sugli schiaffi al figlio. Ma sui social scatta la rivolta. E il tweet diventa in pochi minuti un boomerang

Voleva essere solo ironico, è finito nella bufera. Il tweet di Carlo Calenda che parla di uno schiaffo al figlio ha di fatto scatenato le polemiche sui social. Tutto parte da uno cinguettio in cui l'ex ministro parla della partecipazione dle figlio alla manifestazione per il clima in cui era presente anche la paladina degli ambientalisti, Greta Thunberg: "Mio figlio è andato alla manifestazione. A casa parliamo di ambiente e sviluppo. Lui sostiene scelte radicali io spiego la complessità di tali scelte. Felice del suo idealismo. Ma non facciamo i paternalisti rincorrendo Greta. Lasciamo ai giovani lo spazio x i loro ideali". Subito dopo questo tweet è arrivata la risposta dell'ex direttore de ilFoglio, Giuliano Ferrara: "Picchialo! Buona Pasqua". E qui l'ex ministro ribatte: "Quello sempre. Di base. Almeno due volte al giorno. Buona Pasqua anche a te".

Ma sui social arriva un'ondata di polemiche. C'è chi accusa di usare la violenza sul figlio. E a questo punto arriva la risposta di Calenda che rivendica la sua "battuta": "Certo. Regola aurea. Mai sberle a un bambino piccolo. Scapaccione simbolico come estrema ratio. Ceffone ben assestato a adolescente grosso e turbolento. Ma anche qui solo casi rari e estremi. Non farlo quando c’è necessità è una grave responsabilità". Infine stufo delle proteste su Twitter saluta tutti così: "E ora scusate ma devo andare a picchiare i figli, distruggere videogiochi e rubare uova di Pasqua alle signore anziane. Buona pasqua". Ma la polemica non è certo finita qui. La battutta in pochi istanti si tarsformata in una sorta di boomerang social...

Tags

Commenti

Commenta anche tu