Sondaggio: la Lega sempre in testa. Calo per M5s e per il Pd

Sondaggio: la Lega sempre in testa. Calo per M5s e per il Pd
Inside Over
20 Aprile Apr 2019 20 aprile 2019

Nelle intenzioni di voto la Lega resta al comando al 37 per cento. I 5 Stelle in calo al 22 per cento. Ma il sondaggio non tiene conto del caso Raggi e del caso Siri

Mancano circa 30 giorni all'appuntamento delle Europee. Il test del voto per il 26 maggio sarà decisivo non solo per i nuovi assetti in Europa ma anche per il detsino del governo sempre più schiacciato dalle tensioni tra Movimento Cinque Stelle e Lega. I sondaggi degli ultimi giorni provano a fotografare la situazione cercando di dare un'idea dello scenario post-urne. La Lega, secondo la rilevazione di Pagnoncelli per il Corriere, resta saladamente in testa alle preferenze. Il Carroccio infatti vola al 37 per cento restano il primo partito nelle intenzioni di voto. Il sondaggio è però antecedente al caso Siri e duqneu bisognerà attendere qualche altro giorno per capire in che modo la vicenda legata all'indagine possa creare problemi in termini di consensi al Carroccio. Al secondo posto si attestano i Cinque Stelle con un 22,3 per cento.

Un trend comunque sempre in picchiata che lascia sul terreno un 1 per cento secco nelle ultime due settimane. Anche nel caso dei 5 Stelle bisognerà capire quali possano essere le implicazioni sulle intenzioni di voto considerando l'effetto del acso Raggio con l'audio legato al bilancio Ama. Al terzo posto poi c'è il Pd che travolto dal caso Umbria e dalle dimissioni della Marini perde lo 0,3 per cento e si ferma al 18,7. Forza Italia è all'8,7 per cento. Fratelli d'Italia invcece è al 4,6 per cento. Le altre forze politiche, quelle più piccole, navigano in alto mare. Sono abbastanza lontane dalla soglia di sbarramento fissata al 4 per cento. Solo +Europa riesce a giocarsi la partita. Nei sodaggi il partito della Bonino è dato al 3 per cento. Di certo la battaglia per il voto per Strasburgo sarà infuocata e i sondaggi potrebbero subire stravolgimenti nelle prossime settimane. Ma a pesare di più su questo scenario saranno quasi certamente le tensioni tra i penstellati e i leghsiti che di giorno in giorno stanno minando la tenuta dell'esecutivo...

Tags

Commenti

Commenta anche tu