I Boeing 737 Max sono pronti a tornare a volare

I Boeing 737 Max sono pronti a tornare a volare
Inside Over
18 Maggio Mag 2019 29 giorni fa

Il colosso americano ha completato lo sviluppo del software e il velivolo è pronto per il volo di certificazione finale

La Boeing ha annunciato di aver completato l’aggiornamento del software anti-stallo installato sui moderni 737 Max. Dopo gli incidenti in Indonesia e in Etiopia dell’ottobre e del marzo scorso, nei quali sono morte 346 persone, tutte le compagnie aeree e le agenzie per la sicurezza del volo avevano, preventivamente, deciso di bloccare a terra tutti i velivoli in questione.

Dalle indagini svolte a seguito dell’incidente del volo ET303 della Ethiopian Airlines, del 10 marzo, era emerso un problema con il software di volo relativo all’anti-stallo (Mcas), difetto che aveva causato anche il tragico schianto del volo Lion Air 610 (29 ottobre). Il software aggiornato, fino ad ora, è stato testato sia sui simulatori che tramite voli di collaudo tecnico per un totale di oltre 360 ore. Il colosso americano, su richiesta della Faa (Federal Aviation Administration), ha inoltre sviluppato appositi programmi dettagliati per la formazione dei piloti da inviare alle varie compagnie aeree di tutto il mondo.

"Con la sicurezza come nostra chiara priorità, abbiamo completato tutti i voli di test per l'aggiornamento del software e ci stiamo preparando per il volo di certificazione finale", ha dichiarato il presidente e amministratore delegato di Boeing, Dennis Muilenburg. "Siamo certi che il 737 Max con il software Mcas aggiornato sarà uno degli aerei più sicuri che sia mai riuscito a volare. Gli incidenti hanno solo intensificato il nostro impegno verso i nostri valori, tra cui sicurezza, qualità e integrità, perché sappiamo che le vite dipendono da ciò che facciamo".

Tags

Commenti

Commenta anche tu