Amministrative, le altre "piccole" sfide in Centro-Italia

Amministrative, le altre piccole sfide in Centro-Italia
Inside Over
20 Maggio Mag 2019 28 giorni fa

Il 26 maggio prossimo si terranno anche le amministrative in 30 capoluoghi e in molti Comuni con oltre 15mila abitanti. Nel Centro Italia le sfide più importanti si terranno in Toscana, Umbria e Marche, terre tradizionalmente "rosse"

Il 26 maggio prossimo, in contemporanea con le elezioni Europee, si terranno anche le amministrative in 30 capoluoghi e in molti Comuni con oltre 15mila abitanti. Nel Centro Italia le sfide più importanti si terranno in Toscana, Umbria e Marche, terre tradizionalmente "rosse" che potrebbero diventare leghiste.

Le amministrative nelle Marche

A Giulianova il Pd candida Gabriele Filipponi, mentre il centrodestra schiera Pietro Tribuiani, sostenuto da Lega, Fi, FdI e Idea (il movimento di Gaetano Quagliariello). Gli altri candidati sono: Jwan Costantini, appoggiato da sei liste civiche e Franco Arboretti che guida una coalizione che comprende tre liste civiche.

A Urbino il sindaco uscente Maurizio Gambini si ricandida appoggiato da Lega, Forza Italia-Rinascimento con Sgarbi-UdC e da due liste civiche. Il Pd, insieme a due liste civiche, sostiene Mario Rosati, mentre Donato Demeli corre per la lista Sinistra per Urbino-Articolo 1-MDP e Giorgio Londei, ex sindaco della città per 13 anni col Pds, si ripresenta col sostegno di quattro liste civiche. Infine, Gabriele Lauricella è il candidato del M5S.

A Orvieto il sindaco uscente Giuseppe Germani, si ricandida sostenuto dal Pd e da due liste civiche. Il centrodestra punta su Roberta Tardani appoggiata da Lega, Fi, FdI e la lista civica Progetto Orvieto. Casa Pound schiera il suo candidato Matteo Panzetta. Franco Raimondo Barbabella (Orvieto 19to24 e Prima gli orvietani) e Tiziano Rosati (Bella Orvieto). Grande assente è il M5S perché non è arrivata la certificazione della lista proposta dal capogruppo uscente Lucia Vergaglia.

Le amministrative in Toscana

Ad Empoli il sindaco uscente Brenda Barnini è il candidato del Pd e di due liste civiche. Andrea Poggianti è sostenuto da Lega, Fi, FdI, Udc e dalla lista civica La mia Empoli. A fare da terzo incomodo c’è Anna Baldi del M5S mentre Anna Baldi è l’outsider appoggiata da tre liste civiche.

A Pontassieve il sindaco uscente Monica Marini si ricandida sostenuto dal Pd e da una lista civica che porta il suo nome, mentre il centrodestra schiera Cecilia Cappelletti appoggiata da Lega, Fi, FdI e dalla lista civica Pontassieve viva. A fare da terzo incomodo il M5S presenta Simone Gori.

A Scandicci il sindaco uscente Sandro Fallani si ricandida sostenuto dal Pd e da tre liste civiche, mentre alla sua sinistra, per il Partito Comunista Italiano corre Enzo Bellocci. Il centrodestra presenta unito con il leghista Leonardo Batistini, appoggiato da Lega, Fi, FdI e Udc. Gli ultimi due candidati sono Matteo Daddi per Casa Pound e Bruno Tallarico per il M5S.

A Piombino il Pd candida Anna Tempestini, sostenuta anche da due liste civiche, mentre alla sua sinistra Fabrizio Callaioli corre per Rifondazione Comunista. Francesco Ferrari è il candidato di Forza Italia-Udc, Fratelli d’Italia, Lega e di tre liste civiche. Il M5S schiera Daniele Pasquinelli, mentre Stefano Ferrini si presenta con la lista civica Spirito Libero.

Le amministrative nel Lazio

A Ciampino, dopo la caduta del sindaco di centrosinistra Giovanni Terzulli, il Pd, insieme a tre liste civiche, sostiene Giorgio Balzoni. Alla sua sinistra corre Dario Rose con Diritti in Comune e Potere al Popolo. Il centrodestra punta su Daniela Ballico sostenuta da Lega, Fi, FdI e da due liste civiche, mentre il M5S ripresenta Marco Bartolucci, già candidato nel 2014. Casa Pound schiera Carmen Pizzirusso e Gabriella Sisti guida una coalizione che comprende l’Udc e tre liste civiche. Beatrice Parigi è la candidata della lista civica Ciampino da Vivere.

A Civitavecchia il M5S candida il vicesindaco uscente Daniela Lucernini mentre Ernesto Tedesco guida una coalizione di centrodestra composta da Lega, Fi, FdI, Udc e dalla lista Tedesco sindaco. Il centrosinistra schiera Carlo Tarantino, sostenuto dal Pd e da quattro liste civiche. Germano Di Francesco corre per la lista La sinistra per Civitavecchia, al cui interno ci sono Potere al Popolo e Rifondazione Comunista. Chiudono il cerchio Dario Mele candidato di Casa Pound e il civico Vittorio Petrelli (Ripartiamo dai cittadini" e "Risolviamo gli usi civici")

A Nettuno si torna al voto dopo che il pentastellato Angelo Casto è stato dimissionato dai consiglieri della sua stessa maggioranza. Il M5S ora punta su Mauro Rizzo per rivincere le Comunali, mentre Alessandro Coppola corre col centrodestra, appoggiato da Lega, Fi, FdI, Udc e da una lista civica che porta il suo nome. Il centrosinistra schiera Waldemaro Marchiafava, sostenuto dal Pd e da due liste civiche. Mario Eufemi è il candidato di Casa Pound, mentre gli altri candidati in lizza sono Enrica Vaccari (Enrica Vaccari sindaco e Nettuno Rinasce) e Daniele Mancini che gode del sostegno di tre liste civiche.

Le amministrative in Umbria

A Foligno il centrosinistra candida Luciano Pizzoni appoggiato dal Pd e da quattro liste civiche. Il centrodestra punta su Stefano Zuccarini che guida una coalizione composta da Fi, Lega, FdI e dalla lista civica Più in alto. Il M5S schiera David Fantauzzi, mentre per Casa Pound e una lista civica corre Cristiano Giustozzi. Gli altri candidati sono: Stefano Stefanucci (Impegno Civile) e Lorella Trombettoni (Progetto Foligno).

A Gualdo Tadino il sindaco uscente Massimiliano Presciutti si ricandida appoggiato dal Pd e da tre liste civiche. Il centrodestra si presenta diviso: da una parte Forza Italia e la lista civica Per Gualdo Tadino sostiene Silvia Minelli, dall’altra Paolo Cappelletti si presenta col supporto della Lega e di una lista civica che porta il suo nome. Il M5S schiera Stefania Troiani mentre Roberto Cambiotti è il candidato di due liste civiche.

A Gubbio il sindaco uscente, Filippo Mario Stirati, si ricandida con il sostegno del Psi e di due liste civiche, mentre il Pd schiera il capogruppo del consiglio comunale uscente, Marco Cardile. Alla sua sinistra si presenta l’ex sindaco di Rifondazione comunista, Orfeo Goracci appoggiato da due liste civiche. Per il centrodestra scende in campo Marzio Presciutti Cinti che guida una coalizione che comprende la Lega, Fi, FdI e la lista civica Gubbio rinasce, rilancia, riparte”. Il M5S punta sul capogruppo consiliare uscente, Rodolfo Rughi, mentre Filippo Farneti è appoggiato da due liste civiche.

Tags

Commenti

Commenta anche tu