Esami in vista? Ecco come allenare la memoria

Esami in vista? Ecco come allenare la memoria
Inside Over
24 Maggio Mag 2019 24 maggio 2019

In vista degli esami si fa fatica a memorizzare efficacemente e in poco tempo nozioni, grafici, “parole chiave”. La memoria va allenata ogni giorno con i giusti esercizi. Vi segnaliamo le principali strategie per potenziarla

In vista degli esami occorre allenare le proprie capacità di memorizzazione.

Affrontare prove orali e scritte, richiede una mente capace di immagazzinare efficacemente concetti e nozioni Il prossimo mese i nostri studenti italiani saranno alle prese con i tanto temuti esami.

Ogni fine anno scolastico è inevitabile non interrogarsi su qual è il metodo di studio più valido e produttivo. Ciò che desta maggiore preoccupazione maggiormente negli studenti è memorizzare efficacemente e in poco tempo, formule, grafici, tabelle, nomi di autori e opere, concetti chiave. Con la bella stagione il tutto diventa più faticoso perché fisiologicamente ci si sente stanchi e rallentati. Si fa fatica a trovare la giusta concentrazione. Come non lasciarsi poi tentare dalle innumerevoli tentazioni stimolate dalle prolungate ore giornaliere di luce e il sole cocente!?

È indubbio che uno stile di vita sano e il giusto riposo aiutino a mantenere efficiente e produttiva la mente. Bisogna a tal fine seguire una dieta ricca di frutta e verdura. Un massiccio apporto di grassi invece renderebbe tutto più difficile, soprattutto se ci si mette a studiare nel pomeriggio.

Vi segnaliamo le principali strategie di memorizzazione di concetti e informazioni che vi segnaliamo. Sono tecniche di apprendimento che possono dare ottimi risultati. Vanno utilizzate con costanza perché la memoria richiede di essere allenata ogni giorno.

Scopriamo insieme queste tecniche di memorizzazione:

- Le mappe mentali: strategia che consiste nell’evidenziare i concetti chiave. Essi vanno disposti a raggiera in senso orario. I concetti secondari invece vanno inseriti in sequenza. Essenziale è l’associazione a immagini e parole chiave che ne favoriranno il ricordo, anche visivo;

- La fotografia mentale: utile se avete a che fare con grafici e tabelle, piantine o monumenti. Si applica guardando l’immagine nella sua globalità per farvi appunto un’idea generale. Poi occorre dividerla in parti più piccole. Successivamente attraverso una ricostruzione mentale dell’immagine, effettuata ad occhi chiusi, si effettua un confronto tra l’immagine mentale e quella reale osservata in precedenza;

- I loci ciceroniani: metodo che consiste nell’ individuare una serie di punti lungo un percorso familiare da rivivere mentalmente. Si associano a questi “luoghi mentali” i passaggi chiave del vostro discorso;

- La conversione delle parole in immagini: strategia che coinvolge efficacemente i cinque sensi utilizzando la tecnica della sinestesia;

- La conversione fonetica: consiste nell' associare a ogni numero un suono specifico che ricorderete nella vostra mente.

Tags

Commenti

Commenta anche tu