Mette una foto di Salvini su un pc della scuola: punito con nota su diario e la convocazione dei genitori

Mette una foto di Salvini su un pc della scuola: punito con nota su diario e la convocazione dei genitori
Inside Over
24 Maggio Mag 2019 22 giorni fa

L’episodio in una media in provincia di Bari, dove l’alunno 12 aveva utilizzato una foto del leader leghista come sfondo del desktop. Genitori convocati a scuola

Sapete cosa succede se mettete una foto di Matteo Salvini come sfondo del desktop di un computer della scuola? Vi beccate una bella nota sul diario e la convocazione dei genitori. Già.

È, infatti, quanto successo a un alunno 12enne di una media di Noicottaro, in provincia di Bari, l'istituto Pascoli. Qui il giovane scolaro si è reso "colpevole" della scelta grafica-politica, utilizzando appunto uno scatto del leader della Lega per riempire il desktop del pc.

"Sono stato convocato dal Consiglio di classe perché mio figlio di 12 anni ha messo la foto di Salvini sul desktop del Pc della scuola", ha scritto il padre del ragazzo su Facebook, denunciando l'accaduto.

E contattato dall’agenzia Adnkronos, l'uomo ha spiegato di aver ricevuto la convocazione scritta tramite la nota di un professore "scritta sul diario di mia figlia, sorella gemella di mio figlio, e che frequenta la stessa classe". Questo il testo della nota: "Avrei bisogno di parlare con lei con una certa urgenza. Possiamo vederci venerdì 24 maggio p.v. a scuola dopo le 11? Grazie".

Non si fa menzione allo scatto del ministro dell'Interno sullo sfondo del computer, ma il motivo è quello, spiega sempre il papà: "Ho comunque dovuto mettere, per così dire, sotto torchio mio figlio per capire cosa era accaduto, il perché di questa convocazione, e sono riuscito a sapere che circa una settimana fa mio figlio era stato richiamato perché durante un'esercitazione di informatica ha messo sul desktop del pc scolastico la foto di Salvini. Quando poi hanno acceso il computer dopo qualche tempo è uscita la foto di Salvini e lui è stato richiamato da un professore, che gli ha detto che non si mettono le foto di personaggi politici sul computer. Mio figlio, pensando che fosse finita lì, non mi aveva detto nulla di tutto questo".

E infine: "Scoprirò cosa il Consiglio di classe mi deve dire e cosa intende fare. Non so cosa aspettarmi, ma spero si risolva in una bolla di sapone. È una situazione un poco antipatica e poi mi chiedo: se fosse stata la foto di Mattarella o di Veltroni cosa sarebbe accaduto?". Ognuno dia la propria risposta.

Tags

Commenti

Commenta anche tu