Datore di lavoro inventa il test del caffè per assumere i dipendenti

Datore di lavoro inventa il test del caffè per assumere i dipendenti
Inside Over
3 Giugno Giu 2019 13 giorni fa

Il capo di un'azienda di software di contabilità usa un semplice test del caffè per assumere nuovo personale. Ecco di cosa si tratta

Il caffè è una bevanda consumata in tutto il mondo e per molta gente prepararlo e berlo è un vero e proprio rito da svolgere con estrema cura. I suoi usi sono molteplici, ma sino a oggi non era stato ancora utilizzato come metodo per selezionare i dipendenti a un colloquio di lavoro.

Questa idea alquanto bizzarra ma efficace è venuta a Trent Innes, capo della società di software di contabilità Xero Australia. L’uomo ha riferito che fa in modo che ogni candidato riceva un caffè, una bevanda calda in generale o anche un bicchiere d'acqua appena arrivano per il colloquio.

Trent, parlando con Lambros Photios in 'The Venture Podcast', ha riferito: "Ti porterò sempre a fare una passeggiata in una delle nostre cucine e in qualche modo finirai sempre per andartene con un drink. Poi lo riprendiamo, facciamo un colloquio, e una delle cose che cerco sempre alla fine è, la persona che fa il colloquio vuole riportare quella tazza vuota in cucina? Puoi sviluppare abilità, acquisire conoscenza ed esperienza, ma in realtà si riduce all'atteggiamento, e l'atteggiamento di cui parliamo molto è il concetto di 'lavare la tua tazza di caffè' ". Se l'aspirante al posto di lavoro si offre di riportare la tazza di caffè in cucina, il datore di lavoro lo prenderà in considerazione; in caso contrario, è automaticamente escluso.

Poi egli ha aggiunto: "Se un giorno entri nell'ufficio di Xero, vedrai che le cucine sono quasi sempre pulite e scintillanti e ciò è molto lontano da quel concetto del lavaggio della tazza. In realtà stiamo solo facendo in modo che si integrino nella cultura di Xero e apprendano davvero tutto ciò che dovrebbero fare". Infine, Trent ha specificato che la maggior parte delle persone che giungono per il posto di lavoro, si offrono poi di riportare la loro tazza in cucina anche se, in realtà, egli non lo fa mai fare.

Tags

Commenti

Commenta anche tu