Festa della Repubblica fra furti e rapine: a Roma ben 7 arresti

Festa della Repubblica fra furti e rapine: a Roma ben 7 arresti
Inside Over
3 Giugno Giu 2019 15 giorni fa

L'impegno delle forze dell'ordine a presidio della Capitale ha portato all'arresto di una banda di borseggiatrici rom, fermata nei pressi del Circo Massimo, di un tunisino e di un peruviano, per un totale di 7 fermi

Il lavoro delle forze dell'ordine non si è fermato neppure mentre nelle città italiane si celebrava la festa della Repubblica, anzi. I malviventi, infatti, hanno approfittato proprio dell'ingente numero di persone in strada per mettere a segno furti e rapine.

Caso emblematico quello di Roma, dove si sono radunate migliaia di persone per assistere ai festeggiamenti. Secondo quanto riferito da “Il corriere della città”, infatti, in poche ore ben 7 individui sono finiti in manette con l'accusa di furto o di rapina durante il giorno di festa. Tutti cittadini di nazionalità straniera.

Il primo episodio riportato è quello di una banda rom, composta da 5 donne bosniache, fermata nelle vicinanze del Circo Massimo. Le straniere, di età compresa tra i 25 ed i 33 anni, sono state raggiunge dai carabinieri della stazione di Roma Quirinale mentre mettevano a segno un colpo ai danni di una turista indiana di 54 anni, derubata del portafogli. Ammanettate e condotte negli uffici della caserma per le pratiche di identificazione, le 5 rom, risultate tutte pregiudicate, si trovano ora dietro le sbarre a disposizione dell'autorità giudiziaria. Per loro l'accusa è quella di furto aggravato in concorso.

Passano pochi minuti dall'arresto delle bosniache, che i militari della stazione Roma piazza Farnese sono costretti ad intervenire in piazza Venezia. Gli uomini dell'Arma si trovavano di pattuglia quando di fronte ai loro occhi uno straniero ha aggredito un anziano alla fermata del tram 8, strappandogli di mano il marsupio. I carabinieri sono immediatamente partiti all'inseguimento del malvivente, che è stato prontamente immobilizzato e ridotto in manette con l'accusa di rapina aggravata. Una volta identificato, l'extracomunitario è risultato essere un 46enne tunisino senza fissa dimora e con precedenti alle spalle.

La lista di reati si è infine chiusa con un tentato furto. Protagonista della vicenda un 62enne peruviano, fermato a bordo dell'autobus di linea 23. Deciso ad impossessarsi del portafogli di una ragazza, lo straniero ha strattonato più volte la giovane, fino ad aggredire un passeggero accorso per aiutare la vittima. Tante le richieste di intervento inviate alle forze dell'ordine dai numerosi testimoni presenti all'interno del bus. Ad intercettare il mezzo e ad immobilizzare il malvivente prima della sua fuga gli uomini dell'Arma, sopraggiunti tempestivamente. Il 62enne, risultato essere un pluripregiudicato, è finito dietro le sbarre con l'accusa di rapina impropria.

Tags

Commenti

Commenta anche tu