Come la Green Mindfulness potenzia il benessere psichico

Come la Green Mindfulness potenzia il benessere psichico
Inside Over
4 Giugno Giu 2019 14 giorni fa

Attraverso le pratiche della Green Mindfulness recuperiamo il contatto con la Natura e la nostra coscienza. Esse ci aiutano a liberarci dallo stress quotidiano. Risvegliano i nostri sensi rendendoci più ricettivi, leggeri e ottimisti

La Green Mindfulness comprende una serie di percorsi di consapevolezza e meditazione da effettuare in mezzo alla Natura.

La Natura è in grado di apportare notevoli benefici non solo al nostro organismo ma anche e soprattutto alla nostra psiche. La Green Mindfulness, infatti, si basa sul concetto di Natura come fonte di benessere psichico. Lo ribadisce la psicologa Marcella Danon nel suo nuovo libro “Clorofillati” edito da Feltrinelli nella collana Urra. La fondatrice della Scuola Ecopisché che da circa quindi anni organizza percorsi di specializzazione e aggiornamento per l’applicazione dell’ Ecopsicologia in diversi ambiti, ribadisce l’importanza del contatto con la Natura al fine di migliorare la qualità della nostra esistenza.

In “Clorofillati” la Dott.ssa Danon scrive: “L’ambiente naturale stimola in noi una consapevolezza più profonda della nostra autenticità. Evoca in noi vitalità, sensualità, compartecipazione e un’esuberante gioia di vivere. Ci ricorda anche che tutto scorre su questa Terra e quindi ogni attimo va vissuto con intensità perché è il continuo cambiamento la legge della vita che pulsa in ogni dove”. Il contatto con Madre Natura ci incoraggia a superare tutti quei limiti irrazionali che ci autoimponiamo senza sosta e in maniera errata. Essi non ci permettono di evolvere come dovremmo. Questo atteggiamento ci irrigidisce nei confronti delle novità e dei cambiamenti. A lungo andare genera ansia e stress emotivo.

La Green Mindfulness con le sue preziose pratiche e percorsi naturali libera la nostra energia vitale e ci fa sperimentare quella che Marcella Danon definisce “esperienza dell’intangibile”. Ella la definisce come “la dimensione trascendentale della psiche che coglie in poche frazioni di secondo la realtà nel suo insieme riportandone forte emozione, sino al limite del turbamento”.

Attraverso i percorsi di Green Mindfulness la mente si schiarisce e si libera dai pensieri negativi. Si è in grado così di acquisire inedite consapevolezze, lucidità mentale. Esse ci aiuteranno nel prendere decisioni, fare scelte coerenti con quello che siamo. Molti artisti, creativi, manager sono degli estimatori della Green Mindfulness. Immergersi in spazi verdi incontaminati, ascoltare i suoni naturali, emozionarsi dinanzi della bellezza di un tramonto è fonte di ispirazione per nuove idee creative. Un altro effetto importante è lo sviluppo di una maggiore attenzione nei confronti dell’ambiente circostante. I sensi si risvegliano e sono in grado di percepire efficacemente i dettagli e i cambiamenti attorno e dentro noi stessi.

Questa potente connessione comprende innumerevoli pratiche da effettuare negli ampi spazi verdi, lontani dal caos cittadino. Tra quelle più diffuse e note vi è “l’esperienza delle vette” e quella del “potere dellacqua”. L’esperienza delle vette ci permette di toccare con mano livelli di coscienza inesplorati. Il potere dell’acqua, invece, ci permette di far fluire tutto ciò che genera ansia e inquietudine. Si ha la sensazione attraverso questa pratica di far fluire liberamente in una “corrente d’acqua” tutto ciò che è negativo e tossico per la nostra psiche. Dopo queste due pratiche ci si sente più leggeri, liberi, positivi nell’affrontare le proprie esistenze quotidiane.

Tags

Commenti

Commenta anche tu