Come superare l’incubo della prova costume

Come superare l’incubo della prova costume
Inside Over
8 Giugno Giu 2019 18 giorni fa

La stagione estiva è accompagnata dalla temuta prova costume. Essa genera ansia e nevrosi. È scatenata dalla scarsa autostima e dal senso di inadeguatezza. I consigli per superarla al meglio e godersi sole e spiaggia

Con l’arrivo della stagione estiva ci accingiamo ad affrontare la famigerata prova costume.

Essa genera nevrosi, ansia e mina l’autostima. È temuta soprattutto del genere femminile. Considerata ogni anno un evento che minaccia altamente l’autostima delle persone generando una vera e propria sindrome psicologica chiamata Bikini Blues. Si stima che il 34% delle donne notano un chilo in più rispetto all’anno precedente e si sentono a disagio nello spogliarsi e andare in spiaggia. Persino la scelta del costume provoca ansia e nevrosi.

La paura della prova costume accompagnata da estrema tristezza e ansia è onerata dal percepirsi “imperfetti”, inadatti, vulnerabili. Il girovita è la zona che desta più preoccupazione. Gli psicologi hanno studiato con interesse il fenomeno e si sono resi conto che nel passaggio dai vestiti pesanti a quelli leggeri nel cervello, si verifica un vero e proprio sdoppiamento marcato tra zona razionale e zona emotiva. Il corpo viene bersagliato da critiche molto negative. Esse destabilizzano lo stato emozionale dell’individuo.

Per affrontare nel migliore dei modi la paura della prova costume ecco 5 consigli concreti per rafforzare la propria autostima:

1) Smettetela di auto-criticarvi: non serve a nulla essere troppo rigidi e severi nei confronti di sé stessi. Allontanate dalla mente le critiche irrazionali come “Non sarà mai in forma…”, “Sono troppo grasso/a per quel costume.”, “Sono un disastro”, con un amico che vi vuole bene, un alleato in grado di incoraggiarvi e sostenervi concretamente;

2) La perfezione è utopia: acquisire la consapevolezza che siamo esseri umani. Ciò che vi dovrebbe interessare di più è stare bene. Imparare ad accettarsi per quello che si è. Non desiderare l’impossibile;

3) Amarsi: accettarsi per ciò che si è significa imparare a ad amarsi ad agire per migliorarsi. Occorre fare pace coi propri difetti. Quando si accettano i propri difetti essi a poco a poco diminuiscono. I difetti ci rendono unici e speciali;

4) Siate realisti: scegliete il costume che vi valorizza e vi fa sentire a vostro agio. Smettetela di lasciarvi condizionare dalla moda o dal conformismo;

5) Prendersi cura del proprio corpo (ma non solo in estate): puntate sulla dieta mediterranea ricca di legumi, frutta, pesce, olio d’oliva extravergine. Bevete due litri di acqua al giorno. Farà bene alla pelle che si manterrà giovane, splendente ed elastica. Al bando la sedentarietà. Via libera a passeggiate all’aria aperta.

Tags

Commenti

Commenta anche tu