Iniziare a lavorare prima delle 10 non è benefico

Iniziare a lavorare prima delle 10 non è benefico
Inside Over
13 Giugno Giu 2019 3 giorni fa

Una ricerca dell’Università di Oxford dimostra quanto sia controproducente iniziare a lavorare prima delle dieci del mattino. Per essere produttivi bisognerebbe svegliarsi più tardi

Iniziare a lavorare prima delle 10 del mattino è una vera e propria minaccia al nostro benessere psico- fisico.

A dimostrarlo è la scienza attraverso una ricerca approfondita dell’Università di Oxford. Essa è stata condotta dal ricercatore Paul Kelley che ha dimostrato quando l’orario di lavoro più diffuso nelle aziende non è assolutamente sincronizzato con le esigenze del nostro organismo biologico. Stiamo parlando della fascia oraria che va dalle nove alle diciassette, quella più adottata dalle aziende italiane e non solo.

L’attività professionale e lavorativa andrebbe riorganizzata perché svegliarsi presto al mattino per essere già operativi alle nove può essere controproducente per la nostra salute. A lungo andare genera stress emotivo, ansia, irascibilità. Tutto questo comporta un calo drastico delle difese immunitarie, l’aumento improvviso del peso corporeo, grave perdita della memoria e disturbi dell’attenzione. La ricerca di Oxford ha evidenziato la vitale necessità di posticipare l’ingresso al lavoro. Anche soltanto un’ora posticipata potrebbe essere utile e portare giovamento. Iniziare a lavorare alle dieci del mattino anziché alle nove, infatti consentirebbe ai lavoratori di svegliarsi con più calma, raggiungere con tranquillità i posti di lavoro, bere meno caffè durante la giornata.

Gli effetti negativi del svegliarsi presto al mattino non riguardano solo i lavoratori ma anche gli studenti. Paul Kelley, infatti, ha ampliato la sua ricerca alla comunità studentesca britannica. Ha analizzato le abitudini e i comportamenti degli studenti che entravano a scuola dalle otto del mattino. Per essi risultava una vera e propria “tortura” fisica e mentale essere operativi già nelle prime ore del mattino. Kelley e numerosi pedagogisti hanno ribadito che si dovrebbero cominciare le lezioni alle dieci del mattino e che si dovrebbe dormire dalle sette alle otto ore a notte per essere produttivi il giorno dopo.

Un sonno ristoratore è in grado di rigenerarci e renderci attivi, concentrati e positivi per affrontare qualsiasi tipo di impegno fisico e mentale.

Tags

Commenti

Commenta anche tu