Così cambia il volto della Lega di Salvini

Così cambia il volto della Lega di Salvini
Inside Over
14 Giugno Giu 2019 12 giorni fa

Col nuovo tesseramento avrà definitivamente inizio l'avventura della "Lega Salvini premier" con tanti cari saluti alla vecchia "Lega Nord"

Il Carroccio cambia pelle per sempre. Col tesseramento che verrà avviato nei prossimi giorni la "vecchia" Lega Nord non esisterà più e persino lo storico color verde sarà sostituito dal bianco e dal blu. Avrà così definitivamente inizio l'avventura della "Lega Salvini premier", dicitura già comparsa per le ultime elezioni Europee.

Nella tessera comparirà una foto di Matteo Salvini che ringrazia a mani giunte i sostenitori incontrati a Piazza del Popolo lo scorso 8 dicembre. Sopra vi sarà la scritta 'Prima gli italiani' mentre sul retro vi sarà lo slogan 'Il buonsenso al governo', accompagnato dall'effige di Alberto da Giussano e la firma di Salvini. Nel frattempo l'Adnkronos ha pubblicato il resoconto del bilancio del partito che porta la dicitura 'Lega Nord per l'Indipendenza della Padania'.

La "vecchia Lega", nel 2018, ha un disavanzo di 16 milioni 452 mila 997,49 euro di euro, segno che pesa ancora la sentenza del tribunale di Genova che l'anno scorso ha condannato il Carroccio a pagare 49 milioni di euro per i rimborsi elettorali non dovuti dal 2008 al 2010. "Tale disavanzo - si legge nella relazione gestionale- è causato esclusivamente dall'allocazione tra i debiti, dell'importo corrispondente al valore netto attualizzato delle somme oggetto del noto sequestro giudiziario, (procedimento penale n. 16647/14/21 R.G.N.R. - Tribunale di Genova), che ha determinato l'insorgere di una sopravvenienza passiva di importo pari ad euro 18.421.578,67". Ma, secondo quanto scrive il tesoriere Giulio Centemero, "l'esercizio 2018, in continuità rispetto all'esercizio precedente è stato caratterizzato dal robusto incremento del consenso sul territorio -confermato anche dai risultati elettorali- che ha garantito al partito un sensibile incremento proventi attivi".

Nelle casse di via Bellerio sono arrivati circa 6 milioni di euro dai contributi versati dagli eletti, parlamentari e amministratori locali. Altri 3 milioni di euro, invece, sono i soldi arrivati dai tesserati del Carroccio.

Tags

Commenti

Commenta anche tu