L'Europeo Under 21 mette in mostra i gioielli del mercato

L'Europeo Under 21 mette in mostra i gioielli del mercato
Inside Over
14 Giugno Giu 2019 3 giorni fa

Il serbo Jovic è il colpo del Real Madrid Chiesa e Barella azzurrini corteggiati

Il primo Europeo Under 21 della storia interamente ospitato in Italia (con tre partite nel territorio di San Marino) mette in vetrina i gioielli di 12 nazionali, molti dei quali «corteggiati» sul mercato. Il serbo Luka Jovic, appena trasferitosi alla corte del Real Madrid, è la stella più splendente: la punta dall'ottima duttilità tattica, cresciuta nel vivaio della Stella Rossa, è stata il più giovane calciatore a segnare cinque gol in una gara di Bundesliga e ha trascinato l'Eintracht Francoforte alla semifinale di Europa League (persa solo ai rigori con il Chelsea). Jovic ha già esordito nella Nazionale maggiore come Dani Ceballos, il «fuoriquota» spagnolo del Real che per visione di gioco è già considerato l'erede di Iniesta nelle Furie Rosse.

La Spagna ha in rosa anche il «napoletano» Fabian Ruiz, diventato una colonna della squadra di Ancelotti (che lo ha subito «blindato» dalla sirene di mercato) e uno dei giocatori di maggiore qualità della truppa di De La Fuente insieme a Carlos Soler del Valencia, nato come punta centrale e ora fortissimo in mediana. Saranno domenica i primi avversari dell'Italia a caccia di una vittoria che manca dal 2004: Di Biagio può contare su un gruppo di grande talento trascinato dal viola Federico Chiesa, che Juve e Inter vorrebbero strappare al nuovo patron della Fiorentina Commisso, dal cagliaritano Nicolò Barella (vicinissimo ai nerazzurri) e dal romanista Nicolò Zaniolo, a sua volta oggetto di attenzioni dei bianconeri e di alcuni club esteri.

Nel girone B uno dei calciatori di maggiore qualità è il difensore tedesco di origini ivoriane Jonathan Tah, già entrato in punta di piedi nel gruppo della Mannschaft di Löw, fu obiettivo del Milan e dello United nell'estate scorsa. Poi c'è il funambolico danese Robert Skov (22 gol in 39 partite con il Copenaghen) seguito dal Bologna. Nell'ultimo gruppo che comprende Inghilterra e Francia spiccano la promessa del City Phil Foden, atteso al salto di qualità internazionale, e il francese del Lione Moussa Dembele, «corteggiato» da mezza Premier League (United in testa).

Commenti

Commenta anche tu