Trump licenzia Sarah Sanders, capo dell'ufficio-stampa della Casa Bianca

Trump licenzia Sarah Sanders, capo dell'ufficio-stampa della Casa Bianca
Inside Over
14 Giugno Giu 2019 3 giorni fa

I media liberal hanno accolto l’uscita di scena della Sanders rinfacciandole l’atteggiamento “intimidatorio” da lei osservato verso i giornalisti nei suoi quasi due anni di mandato

Sarah Huckabee Sanders, responsabile dell’ufficio-stampa della Casa Bianca, è stata di recente rimossa dall’incarico per ordine del presidente Trump.

È stato il tycoon in persona a comunicare, tramite un tweet, l’uscita di scena della donna, che avrà luogo a tutti gli effetti alla fine di giugno. Nel messaggio in questione, l’inquilino della Casa Bianca ringrazia ufficialmente la Sanders, figlia dell’ex governatore repubblicano dell’Arkansas Mike Huckabee, senza però accennare minimamente alle ragioni alla base del siluramento né all’identità del successore di costei, che ricopriva la mansione di capo dell’ufficio stampa presidenziale dal luglio del 2017.

Prima della pubblicazione del tweet, il magnate newyorchese, in occasione di alcuni incontri alla Casa Bianca con dei cronisti, aveva pubblicamente elogiato la donna, definendola più volte “una guerriera”, “una persona speciale” e “un simbolo di tenacia e duro lavoro”.

Per il momento, la Sanders non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali ai media statunitensi, ma la Cnn afferma di essere riuscita a intercettare alcune parole pronunciate a caldo dall’ex capo dell’ufficio-stampa del tycoon: “Desidero ringraziare con tutto il cuore Donald Trump per la straordinaria opportunità che mi ha dato quasi due anni fa. È stata un’esperienza che custodirò come uno dei ricordi più belli della mia vita. Continuerò a essere una delle più convinte e leali sostenitrici delle politiche promosse dal presidente”.

Gli organi di informazione nazionali non hanno ancora iniziato a ricostruire le ragioni che potrebbero avere determinato l’allontanamento della donna, ma quelli di ispirazione liberal hanno accolto il siluramento della Sanders rinfacciandole l’“atteggiamento aggressivo e sprezzante” da lei osservato durante lo svolgimento dell’incarico di responsabile dell’ufficio-stampa della Casa Bianca. Ad esempio, sempre la Cnn l’ha accusata di avere usato tale mansione pubblica per "difendere a spada tratta le menzogne propagandate da Trump" e per “offendere giornalisti, magistrati e chiunque osasse denunciare gli effetti pericolosi delle decisioni del presidente Usa”. Anche il sindacato dei cronisti della Casa Bianca ha evidenziato il “difficile rapporto” della Sanders con i media, rimarcando il fatto che quest’ultima avrebbe indetto il “più basso numero di conferenze-stampa” mai registrato dal 1987.

Tags

Commenti

Commenta anche tu