Trainato a Lampedusa il barcone con 14 tunisini a bordo

Trainato a Lampedusa il barcone con 14 tunisini a bordo
14 Luglio Lug 2019 14 luglio 2019

Il mezzo è stato segnalato da Alarm Phone, il network telefonico che lancia gli allarmi su Twitter: i 14 migranti stanno bene e si aggiungono ai 7 sbarcati oggi sempre a Lampedusa

È stato recuperato nelle scorse ore il barchino con 14 persone a bordo segnalato, già sabato sera, dal network telefonico Alarm Phone.

L’allerta scatta per l’appunto nella serata di ieri quando, a ridosso di Lampedusa, viene segnalata la presenza di un’imbarcazione in avaria con a bordo non più di 15 persone. A raccontarlo sul proprio canale Twitter è proprio Alarm Phone: “Ieri alle 20.53 un parente ci ha segnalato una barca in difficoltà che ha lasciato la Tunisia la sera prima con a bordo 12-14 persone – si legge sul Tweet – inclusi una donna e vari minorenni. Erano già vicini a Lampedusa ma non erano in grado di mandare la posizione Gps”.

Poi, poco dopo, gli stessi amministratori di Alarm Phone aggiornano la situazione: “Alle 21.30 siamo riusciti a contattare la barca per la prima volta. Le persone a bordo riuscivano a vedere Lampedusa ma non riuscivano a procedere oltre per mancanza di carburante. Alle 22.35, dopo aver verificato dei dettagli importanti, abbiamo allertato la guardia costiera”.

I militari a quel punto sono già a lavoro per identificare l’imbarcazione, anche se la visuale notturna in mare ovviamente complica il lavoro. Sul canale del network telefonico in questa domenica mattina arrivano poi altri aggiornamenti: “Ultimo contatto con la barca alle 7.29h di stamattina: erano ansiosi ed esausti, ancora alla deriva vicino a Lampedusa”, si legge su Twitter in un post in cui Alarm Phone conferma il lavoro della Guardia Costiera per recuperare il mezzo.

Alla fine, come detto, l’imbarcazione viene trovata ed i militari riescono a farla attraccare all’interno del molo Favarolo del porto dell’isola più grande delle Pelagie. A bordo 14 persone, tutte provenienti secondo i loro racconti dalla Tunisia. Si tratta di un nuovo approdo per mezzo di barchini e mezzi molto piccoli che avviene a Lampedusa.

La stessa Alarm Phone ne dà conferma: “Alle 12.16pm CEST un parente delle persone a bordo – si legge nel tweet del network – Ci ha riferito che la barca in difficoltà è stata portata in salvo in Italia e che le persone a bordo sono a Lampedusa. La guardia costiera ha confermato che stanno tutti bene”. Il tweet poi si conclude con un messaggio dalle non trascurabili connotazioni politiche: “Benvenuti in Europa!”

Il salvataggio sopra raccontato non è comunque l’unico di questa domenica. A Lampedusa infatti, sempre nelle scorse ore, approda un altro barchino questa volta più piccolo e con sette persone a bordo.

In totale, i migranti sbarcati in questa domenica sono 21, tra loro anche alcuni minorenni ed alcune donne. Tutti vengono descritti in buone condizioni di salute e si trovano attualmente all’interno dell’hotspot di Lampedusa.

Nelle prossime ore potrebbe arrivare il trasferimento per mezzo di un traghetto verso Porto Empedocle e, da lì, in altre strutture della Sicilia.

Tags

Commenti

Commenta anche tu