"prostituta"

  • Napoli

    "Prostituta a 64 anni per pagare le cure a mio marito"

    Batte una delle strade a ridosso delle campagne di Marigliano. La chiamano la "prostituta vecchia", è la più anziana tra le donne che vanno a vendersi in quell'angolo di periferia

    12 Marzo Mar 2019 1504 12 marzo 2019 4
  • Napoli

    Prostituta a 64 anni: le prestazioni tra le campagne in mezzo all'amianto

    A 64 anni batte la strada a ridosso delle campagne di Marigliano, in provincia di Napoli. Alina (nome di fantasia) dice di prostituirsi da quando il marito è costretto a letto per problemi di salute. Consuma rapporti sessuali in mezzo ai campi, all'interno di una casupola abbandonata ricoperta di lastre di amianto danneggiate. In quelle condizioni passa almeno sette ore al giorno. Vende il suo corpo mentre a pochi passi c'è chi, impassibile, lavora la terra

    12 Marzo Mar 2019 1548 12 marzo 2019 0
  • Napoli

    "Prostituta a 64 anni per pagare le cure a mio marito"

    Alina è la più anziana tra le decine di donne che quotidianamente, in pieno giorno, offrono il proprio corpo lungo le strade a ridosso della campagne di Marigliano, in provincia di Napoli. Il nome che le abbiamo attribuito è di fantasia. Dice di avere 64 anni e di fare la prostituta da 4 anni, da quando il marito è costretto a letto per problemi di salute. Si rifiuta di raccontare a microfoni accesi la sua storia (anche se in forma anonimo). È finita a battere la strada perché altrimenti non riuscirebbe a vivere. Racconta che ogni mese, tra l’affitto e le spese per il marito allettato, le restano 50 euro. Alina, per tirare a campare, offre prestazioni sessuali in una casupola abbandonata fatta di lastre di amianto danneggiate, nocive per la salute. Si consola pensando che l’anno prossimo tornerà nella sua Polonia. Si prostituisce, e lo fa in quelle condizioni, mentre a pochi passi c’è chi, impassibile, continua a lavorare la terra. Dalla sua alcova il viavai è continuo. Come lo è per le altre prostitute che si vendono lungo circa 5 km di strada. Molte sono originarie di diversi Paesi africani. C’è chi riferisce di non avere i documenti. Qualcuna sottovoce svela che è obbligata a prostituirsi. Lì non vuole starci, ma deve. Le servono soldi per la famiglia, altrimenti non può andarsene. Le prostitute vanno via nel pomeriggio, per poi tornare il giorno dopo, nello stesso posto, alla stessa ora e nell’indifferenza di tutti.

    12 Marzo Mar 2019 1354 12 marzo 2019 0
  • Roma

    Roma, Egiziano 19enne picchia e rapina una prostituta

    L'egiziano ha adescato la prostituta e poi l'ha gonfiata di botte e rapinata lasciandola sul ciglio della strada dove è stata raccolta e portata in ospedale per ricevere le cure

    8 Novembre Nov 2018 1144 08 novembre 2018 5
  • Cronache

    Raccontò omicidio prostituta in un romanzo: condannato a 25 anni

    Nel nuovo processo per il presunto omicidio della sua ex fidanzata, una prostituta nigeriana, lo scrittore emergente Daniele Ughetto Piampaschet è stato condannato a 25 anni. La vicenda era stata raccontata in un suo romanzo

    11 Ottobre Ott 2018 1454 11 ottobre 2018 0
  • Cronache

    Ascoli, prostituta stuprata da albanese, panico fra le lucciole

    La violenza è avvenuta nella serata di domenica e adesso è caccia all’uomo. Dovrebbe trattarsi di un albanese sulla trentina che, dopo aver portato la sua vittima in una zona appartata, l’ha costretta a subìre un rapporto non protetto sotto minaccia

    6 Ottobre Ott 2018 1209 06 ottobre 2018 1