Ryanair, il volo della speranza: 9 ore per Roma-Palermo

Ryanair, il volo della speranza: 9 ore per Roma-Palermo
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
7 Dicembre Dic 2018 4 giorni fa

È stata una vera e propria odissea quella vissuta da alcuni passeggeri che si sono trovati loro malgrado a dover volare con Ryanair in un volo che partiva da Roma Fiumicino verso Palermo

Un volo infinito quello che hanno dovuto fare gli sfortunati passeggeri che si sono trovati sul velivolo di Ryanair che partiva da Roma Fiumicino alle ore 18.50

I guai sono iniziati già dai continui cambi di gate che hanno fatto accumulare al velivolo un pesantissimo ritardo, successivamente una passeggera ha deciso che per motivi personali non poteva più partire verso Palermo. Così l'aereo è dovuto tornare indietro, mentre stava rullando, per far sì che la passeggera potesse scendere. "Dalle 18.50 il volo alla fine parte alle 21.40", riferisce un'altra sfortunata viaggiatrice che si trovava sul velivolo al Roma Today. Un'ora di volo ed ecco i primi problemi, iniziano gli sballottamenti quando tutte le centinaia di persone a bordo pensano che oramai si trovino in prossimità di Palermo. Senza alcuna comunicazione del personale di bordo, quando si pensa che sia iniziata la procedura di atterraggio, una spinta rimanda l'aereo in rotta e il capitano decide di puntare verso Catania. A causa delle avverse condizioni meteo che stanno flagellando Palermo in quelle ore il Boeing 737 della Ryanair non è riuscito ad atterrare. La comunicazione del cambio di rotta viene comunicata soltanto quando tutti pensano che il volo sia giunto al termine. "Intorno all'una di notte atterriamo a Catania, e da qui veniamo caricati su un pullman che ci fa giungere a Palermo alle 4 del mattino".

L'odissea di nove ore per fare un volo che normalmente necessita di appena un'ora di distanza, un po' come avvenne qualche mese fa per il volo Treviso-Las Palmas in cui si impiegarono quasi 24 ore per arrivare a destinazione. Tempo che generalmente si impiega per arrivare in Australia, dall'altra parte del mondo.

Tags

Commenti

Commenta anche tu